La maggioranza trova un'intesa, ma resta da definire il «nodo» pentiti Giustizia: faticoso accordo In prima linea le norme contro la corruzione


ROMA _ E' fatto l'accordo sulla giustizia. Il documento sulle proposte di riforma (che soltanto oggi sarà presentato in «bella copia») è stato messo nero su bianco dopo dodici ore di discussioni, accesissime. A sera inoltrata, quando i più pessimisti erano pronti a gettare la spugna, la maggioranza di centrosinistra ha raggiunto una faticosissima intesa. Certo restano fuori punti molto delicati, come la riforma dell'articolo 192 sui pentiti (proprio su questo punto si sono registrati i contrasti più accesi), il finanziamento dei partiti (che sarà trattato nelle norme anticorruzione) e il tema relativo alle droghe leggere. Un accordo «zoppo», dunque, come qualcuno si è affrettato a ribattezzarlo. «Comunque un buon risultato», come hanno sottolineato quanti hanno partecipato al vertice, presente il ministro della Giustizia, Giovanni Maria Flick.