Va all'allenamento e dice: «Non ho più stimoli per andare avanti» Sorpresa Cecconi, lascia la Pistoiese


PISTOIA - Luca Cecconi ha lasciato la Pistoiese. Ha detto stop. A sorpresa ieri mattina si è presentato al campo di allenamento, ha salutato i compagni ed a loro ha confidato le sue intenzioni. Poi ha parlato con il direttore generale Silvano Bini che più volte ha cercato di convincerlo ad andare avanti. Lui però è stato irremovibile e nel pomeriggio ha annunciato anche alla stampa la sua volontà di abbandonare il mondo del calcio. «Non ho più gli stimoli necessari per andare avanti - ha spiegato - e sono uno a cui non piace essere di peso. Avrei potuto rimanere a Pistoia fino al termine della stagione, riscuotere il mio stipendio, ma giocare senza troppo impegno. Io però sono una persona onesta: ho alle spalle una carriera ricca di gol (119, ndr) e non voglio prendere in giro la società ed i tifosi che da me si aspettavano tante cose». Già in estate il bomber nato a Fucecchio aveva pensato di ritirarsi, poi qualcosa gli aveva fatto cambiare idea. «La corte serrata dei dirigenti della Pistoiese mi ha fatto cambiare idea ed ammetto che mi era tornata la voglia di giocare. A Pistoia ho trovato un ambiente splendido e la squadra mi ha aiutato moltissimo. Poi, però, dopo la sconfitta di domenica scorsa a Lumezzane, ho capito che era veramente giunto il momento di appendere le scarpette al chiodo». Il suo futuro lontano dal calcio lo ha già pianificato. «Un giorno Renzo Ulivieri (suo tecnico al Bologna, ndr) mi disse che avevo consigli buoni per tutti e che praticamente ero l'allenatore in campo. Spero cha abbia visto giusto perchè ho intenzione di fare l'allenatore. Ho già il patentino di terza categoria e nei prossimi mesi, oltre a fare l'opinionista per Rete 7 (una tv privata bolognese ndr) studierò per aumentare le mie conoscenze». Le ultime parole sono sulla sua carriera. «Non ho rimpianti, ma sarei stati felice di trovare a venti anni un allenatore-padre, in grado di darmi buoni consigli. Avrei avuto sicuramente più fortuna. La Pistoiese? Quando ho salutato i miei compagni e l'allenatore avevo il groppo in gola. Auguro a tutti di ottenere grandi risultati». (and. ram.)