Cassa, un seminario su parrucchieri e Euro


PISA - Alle Benedettine si è svolto un seminario promosso dalla Federacconciatori e Federestetica della Cna, in collaborazione con la Cassa di Risparmio di Pisa sul tema «Le imprese di servizio alla persona e l'Euro: l'impatto della moneta unica sulle aziende di parrucchiere ed estetista». 'introduzione della moneta unica è un evento di portata storica con un impatto sia sulla vita quotidiana dei cittadini che nelle imprese. Le aziende avranno nuove opportunità e vantaggi in un mercato più vasto, ma vi saranno anche nuovi problemi nel fronteggiare una maggiore concorrenza e la necessità di apportare profonde modifiche ai sistemi organizzativi e gestionali delle imprese. Dal 1999 le imprese saranno le prime a dover affrontare nel miglior modo possibile le novità conseguenti all'adozione dell'Euro, quali la scelta della contabilità aziendale e la doppia tariffazione in Lire e in Euro dei servizi prestati nei saloni di bellezza. L'obiettivo di questo incontro era qiondi quello di informare i parrucchieri e le estetiste sull'impatto dell'Euro sulle diverse funzioni aziendali e fornire proposte per la consulenza e l'assistenza necessaria alle imprese. Il seminario ha avuto inizio con l'intervento di Claudio Giari, responsabile dell'ufficio estero della Cassa di Pisa e coordinatore del gruppo di lavoro interbancario progetto Euro sul tema: «Le fasi dell'introduzione della moneta unica europea. Vantaggi e nuovi problemi. Impatto dell'Euro sulle diverse funzioni aziendali: modifica ai sistemi organizzativi e gestionali delle attività artigianali». Sono seguiti gli interventi di Remo Urti, responsabile provinciale del credito della Cna di Pisa e coordinatore federacconciatori e federestetista e di Paolo Giusti, responsabile dell'ufficio sviluppo e andamento filiali della Cassa di Risparmio di Pisa, ha chiuso il seminario.