Una borsa di studio ricorderà la figura di Giovannino Agnelli


PISA - Una borsa di studio alla memoria di Giovanni Alberto Agnelli. L'iniziativa è dell'Unione industriali di Pisa che ha trovato nella Scuola di Studi Superiori S.Anna una valido e prestigioso partner e nella Piaggio di Pontedera un'accoglienza lieta e degna per un giovane manager che aveva lasciato nella fabbrica di Pontedera la sua impronta umana e la sua visione sulla globalizzazione dei mercati in anticipo sui tempi.La borsa di studio di 20 milioni non sarà una meteora, ma sarà asseganta ogni anno. Una scelta di Carlo Alberto Dringoli, presidente degli industriali pisani, che ha voluto così dare una continuità all'iniziativa. Il bando di concorso è stato presentato prsso la sede degli industriali alla presenza del prof. Riccardo Varaldo, direttore della Scuola S. Anna, e del prof. Riccardo Lanzara esperto di temi economici legati all'Asia. C'era anche Lino Martino, responsabile delle risorse umane della Piaggio oltre al presidente Dringoli e al vice Alberto Federighi. «Oltre ad aver decicato il nostro Auditorum alla memoria di Giovanni Alberto Agnelli _ ha detto Dringoli _ abbiamo sentito il bisogno di un'altra iniziativa legata agli studi dei mercati. E l'Asia era sempre al centro dell'attenzione del giovane Agnelli. Con una borsa di studio finalizzata allo sviluppo economico dei Paesi asiatici con particolare riferimento ai rapporti con la Toscana, credo che abbiamo così voluto dare continuità a studi imèportanti e attuali». La borsa di studio prevede lo svolgimento dell'attività di ricerca presso la Scuola S.Anna. «Giovanni Alberto Agnelli _ ha affermato il prof. Varaldo _ era un grande estimatore della nostra Scuola e credo che la borsa sia uno dei modi migliori per onorarlo. E vorrei ricordare che è stato proprio l'allora giovane manager a concedere uno spazio della Piaggio alla nostra Scuola che entro un paio d'anni vi traferirà tutti i suoi laboratori. Sarà un polo di tecnologia avanzata». Nel corso della presentazione è stato ricordato il grande interesse di Giovanni Alberto Agnelli per l'economia asiatica. Sua figlia è stata, appunto, chiamata Asia. Il concorso sarà per titoli ed avrà il limite dei 35 anni d'età. Vi potranno accedere i lauretai in Scienze Politiche e in Economia e Commercio. La domanda di partecipazione deve essere inviata entro trenta giorni ad iniziare da ieri. Per tutte le informazioni necessarie e poter leggere il bando di concorso si può far capo sia all'Unione industriali che alla Scuola S. Anna. (g.p.)