Bruno Corà raccoglie consensi all'inaugurazione della mostra «Entr'acte» Prato conquista Pontedera Successo della «trasferta» pisana del Museo Pecci


PRATO _ Trasferta di grande successo del Centro Pecci nell'«impero» della Piaggio a Pontedera dove Bruno Corà ha raccolto consensi nell'evento «Entr'acte», la grande mostra inaugurata ieri mattina. Il direttore artistico ha parlato di «congiuntura favorevole» per l'arte contemporanea in Toscana. In ogni caso gli addetti ai lavori presenti all'inaugurazione hanno riconosciuto al Centro Pecci un contributo primario a questo rilancio in Toscana del Contemporaneo e anche alla mostra di Pontedera dove le opere «pratesi» hanno una valenza artistica e culturale di gran lunga preponderante su quelle provenienti dai musei di Livorno e Pisa. E' intervenuto anche l'assessore alla cultura Massimo Luconi che tornerà anche oggi in occasione della visita di Veltroni. Il direttore artistico del museo pratese, Bruno Corà, era presente all'inaugurazione e da ora, fino al 24 ottobre dovrà cimentarsi nell'ennensimo tour de force per riuscire ad inaugurare «10» la prima mostra del nuovo corso del Museo Pecci. Per quella data infatti dovrebbero venire ultimate le dieci sale del museo affidate ad altrettanti artisti europei di cui tre, l'italiano Remo Salvadori, la ceca Magdalena Jetelova e l'austriaco Franz West hanno già dato la propria adesione. Nel frattempo è stato cambiato l'orario di inizio della prossima assemblea dei soci indetta per giovedì 24 settembre, con lo spostamento della seconda convocazione dalle ore 12 alle 18. (r.t.)