Calcio a 5. Col nuovo mister Innocenti Livorno 94, si parte


LIVORNO - Scatta lunedì prossimo, con il raduno al Centro Coni di Tirrenia, la nuova avventura della Livorno 94, squadra che dopo aver conquistato nella passata stagione la promozione in serie B nazionale di calcio a 5, punta decisamente ad un campionato tranquillo. Nessuna importante variazione sul fronte societario: rinnovato il contratto con lo sponsor Amico Espresso, società operante nel settore trasporti terrestri, è rimasta invariata anche la composizione dei quadri dirigenziali, mentre molte novità si annunciano sul piano tecnico. In primis quella riguardante il nuovo allenatore, Mauro Innocenti, proveniente dal calcio ed alla prima esperienza per ciò che riguarda questa disciplina, tanto entusiasta di questa scelta quanto la persona che per prima lo ha voluto a condurre la società labronica, e cioè il confermatissimo gm Gigi Grossi. Importanti, almeno sulla carta, anche i quattro nuovi acquisti perfezionati proprio da Grossi, e cioè Daniele Domenichini, proveniente dal Picchi, un giocatore che lo stesso Grossi non esita a descrivere «universale», per la sua capacità di ricoprire qualsiasi ruolo nello scacchiere del calcio a 5; e poi Sante Ottone, attaccante proveniente dal Sorgenti, oltre a due giovani interessanti, entrambi «pescati» dall'inesauribile serbatoio del campionato amatori di calcio a 5, e cioè Omar Salucci, un buon centrale, e Riccardo Lemmi, che ci descrivono più a suo agio sulla fascia destra. Confermatissima la rosa che ha conquistato la promozione, e cioè i portieri Di Rosa (selezionato più volte per la rappresentativa toscana di categoria) e Pistocchi, i «gladiatori» Toso e Orsini, e poi Marchetti, Telloli (promosso vice di mister Innocenti), e i geniali Moretti e Strupeni, oltre alle punte Toriani, Di Paco e Lunardi. Difficile ed assai impegnativo, anche sul piano delle trasferte, il girone della Livorno 94, inserita in un raggruppamento comprendente una sola squadra toscana, oltre a due compagini piemontesi, due valdostane, cinque lombarde ed una emiliana, un vero girone di ferro che presuppone una rosa ampia e di grande affidabilità quale sembra quella della Livorno 94. Una volta terminata la preparazione atletica, i ragazzi di Innocenti valuteranno le proprie ambizioni in due amichevoli di lusso, entrambe in terra fiorentina: la prima contro il Firenze (serie A nazionale) e la seconda con gli ex rivali della Sestese. Sarà poi la volta del vernissage vero e proprio, che avverrà in occasione del primo turno di Coppa Italia, nel quale la Livorno 94 affronterà dapprima in trasferta (26 settembre) e poi in casa (3/10) il Poggio a Caiano, temibile quintetto al quale renderanno visita anche nella seconda giornata di campionato, il 17/10, mentre il debutto nella serie cadetta avverrà sette giorni prima, come sempre alla Bastia, contro i torinesi del Progetto Capricciosa. Da ricordare che la serie B gioca sempre al sabato pomeriggio e non più in notturna, fatto che vogliamo sperare attiri numerosi spettatori sugli spalti della Bastia, visto che il fattore tifo ha sempre rappresentato un po' il tallone di Achille della società labronica.

Teo Pertugi