I giocatori ringraziano i tifosi per il loro incitamento Capitan Niccolini è raggiante Femiano: «Un gran collettivo»


PISA - Euforia tra i giocatori nerazzurri al termine del vittorioso confronto con il Borgosesia. Vincere all'esordio, davanti al proprio pubblico, naturalmente, fa sempre piacere. Il primo a presentarsi è il portiere Oscar Verderame che, eccetto i primi minuti, ha trascorso un omeriggio abbastanza tranquillo: «Era fondamentale partire con il piede giusto sia per noi che per il pubblico. Per fortuna ci siamo riusciti conquistando i primi tre punti della stagione. Inoltre abbiamo, a tratti, mostrato un buon gioco. Adesso non dobbiamo gioire troppo per il successo, ma pensare all'impegno di domenica in casa dell'Albinoleffe. Sull'azione incriminata dei primi minuti posso dire che l'arbitro ha visto giusto decretando solo la punizione per il Borgosesia». Soddisfatto anche Alfredo Femiano uscito tra le ovazioni dei tifosi nerazzurri: «Ringrazio il pubblico per gli applausi. Sono contentissimo, non tanto per la mia prestazione, ma per quella collettiva. Dopo alcuni minuti di difficoltà ci siamo sbloccati mostrando una manovra fluida. Ho giocato più accentrato e posso dire di essermi trovato bene. Adesso dobbiamo già archiviare questa bella vittoria e concentrarci per la difficile trasferta che ci attende domenica». Felice anche l'altro giovane nerazzurro Massimiliano Zazzetta autore di una buona partita: «Abbiamo conquistato tre punti importanti grazie anche all'apporto dei tifosi. Abbiamo ancora da lavorare e migliorare soprattutto da un punto di vista della continuità. Questa vittoria è poco indicativa anche perchè incontravamo una squadra all'esordio nella categoria. Per quanto riguarda la mia prestazione sono contento anche se posso e devo crescere ancora. Ringrazio i tifosi nerazzurri per il loro incitamento». Raggiante ed un po' emozionato anche Federico Balestri entrato nel finale: «Si, ammetto che l'emozione mi ha colpito al momento del mio ingresso anche se era stata molto più forte due anni fa quando esordiia 17 anni. Penso che sia normale averla quando giochi nella squadra della tua città. Comunque è andata bene anche se quando sono entrato io la partita, in pratica, era già finita. Ho visto un Pisa nettamente migliorato anche dal punto di vista fisico. Anche se era la prima volta che si giocava di giorno, faceva caldo e c'era la tensione dell'esordio. E' un successo importante per il morale e sicuramente ci spronerà a lavorare ancora meglio. E' un primo passo che ci voleva. Sono contento per questa vittoria. Specialmente per i nostri tifosi». Ed il pensiero ai supporters nerazzurri va anche da parte di Stefano Mobili: «Meritano veramente un plauso. Sono stati esemplari incitandoci dall'inizio alla fine. Sono sicuro che alla lunga saranno decisivi per il nostro campionato. Ci tenevamo a far bene anche per loro e mi sembra di non averli delusi. Stiamo migliorando di partita in partita e questo fa piacere. E' stato un successo importante comelo sono tutte le vittorie. Non mi piace guardare molto lontano. E' meglio pensare domenica per domenica. Adesso dobbiamo concentrarci sulla trasferta di Albino: i lombardi hanno perso e vorranno certamente riscattarsi». La fascia di capitano ha portato bene ad Emiliano Niccolini che ha sbloccato il risultato con un gran colpo di testa: «Sono, naturalmente, contento per il gol, ma, soprattutto, per il risultato. Dobbiamo trovare più continuità nel nostro gioco, comunque, mi sembra di essere partiti con il piede giusto anche se la condizione fisica non è ancora al meglio. E' un successo importante che mi fa felice più del gol e della fascia di capitano anche se sapere di avere la fiducia del mister e dei compagni è importante». (f.d.p. e d.b.)