Parte la serie C: il Como all'Ardenza Livorno d'attacco


PARTE la serie C con le novità rivoluzionarie. Il sorteggio degli arbitri, la presenza di uno juniores fin dall'inizio di ogni partita, lo scompaginamento dei gironi della C2 e, in ultimo, l'annunciata riforma dei playoff che sarà ratificata entro l'anno e scatterà dal prossimo campionato: una sola promozione diretta e la vincente dei playoff che dovrà affrontare la quart'ultima della serie B. La C1, dunque, si avvia a mettere sul tavolo le sue carte e molte sono le favorite nei due raggruppamenti. E l'ultimo treno utile. Nel girone A la pole spetta al Padova che oggi gioca a Pistoia: subito un confronto interessante perché nelle file «orange» ci sarà il vecchio bomber Cecconi. Vita non facile per i veneti. La concorrenza è agguerrita. Modena, Como, Spal, Siena, Livorno, Lumezzane tenteranno di mettere in atto le loro ambizioni. All'Ardenza è subito scontro da brivido: Livorno-Como è sicuramente una «ouverture» di lusso. Amaranto incompleti (Mazzoli, De Vincenzo, Ogliari) ma decisi a vincere. Lariani privi di Saudati, Rossi, Baldari e altrettanto convinti di poter superare indenni l'ostacolo toscano. La Carrarese che si è rifatta il trucco contro la Spal dovrà stare attenta al contropiede ospite. Le altre toscane: l'Arezzo a Carpi, il Montevarchi riceve il Varese matricola di lusso. Nella serie C2 il favorito Pisa ha un compito facile contro il Borgosesia. Non deve fallirlo. Il Viareggio ospita la Vogherese il Prato la Pro Patria: due avversari non facili. Unico a viaggiare è il Pontedera: sale a Novara e sicuramente troverà pane per i suoi denti. Favorite del girone, oltre al Pisa, l'Alessandria, il Mantova, la Pro Sesto.