Fine del tormentone, «Valeriooo» ha un volto


RIMINI - Il mistero di Valerio è stato svelato. L'urlo-tormentone dell'estate romagnola («Valerioooo...» urlato nella notte dai giovani fra Cattolica, Rimini e Riccione) ha un «papà». «Altro che papà, Valerio sono io. Casomai ha una mamma, che è Radio Dimensione Suono». Perché Valerio Obert, un ragazzo muscoloso di 30 anni, un metro e ottanta di altezza, romano, occhi scuri e capelli castani lavora come tecnico per «Radio Dimensione Suono» e fu lui, indirettamente, il 20 giugno scorso a far nascere la moda estiva del tormentone. «Tutto è nato il 20 giugno al concerto di Vasco Rossi - dice lo stesso Obert con un spiccato accento romano - Si trattava di mettere uno striscione di Radio Dimensione Suono sul palco alto circa trenta metri e siccome io faccio palestra e `sto messo bene' mi sono offerto. Una volta salito - ha continuato Obert - non sentivo bene le indicazioni che mi venivano date dal basso e così i colleghi che cercavano di darmi delle indicazioni hanno cominciato a chiamarmi in coro». Il «Valerioooo» ripetuto e gridato dai tecnici è stato notato dal pubblico seduto ad aspettare l'inizio del concerto. E quei momenti di noia ed attesa hanno favorito la nascita del tormentone. «La gente che entrava e quella già seduta - racconta Valerio - ha cominciato a urlare il mio nome insieme ai colleghi». Valerio Obert si permette anche una «bacchettata» ai commentatori estivi dei giornali riconducendo la vicenda alla sua cruda e semplice realtà. Intanto, Telefono Blu Sos Turismo ha inciso su un'apposita segreteria telefonica il grido «Valeriooo». Il numero da comporre è 0541-698900 che però risulta continuamente occupato.RISATE SOTTO IL SOLE