Il presidente Fabrizio Corsi: «Per gli innesti c'è tempo» Empoli, che folla in attacco C'è Carparelli, parte Esposito


EMPOLI - Un paio di innesti, qualche dettaglio. Il mercato dell'Empoli è già un pezzo avanti. Lo conferma il presidente Fabrizio Corsi, che parla delle strategie ma anche di quanto è già stato fatto. «Intanto _ dice il massimo dirigente _ abbiamo impostato la squadra. E non è poco. Manca ancora qualcosina, lo sappiamo, ma sappiamo anche che alcune cose potremo vederle un po' più in là. Avremo a disposizione la prima parte del ritiro e diverse amichevoli per valutare e, magari, intervenire di nuovo». Un paio di cose da concludere subito, però, ci sono. Sopratutto l'acquisto di un difensore. Dopo la partenza di Bettella, il reparto conta sui suoi titolari, confermati, ma manca di alternative. «E' vero _ ammette il presidente _ infatti stiamo cercando di concludere l'acquisto di un difensore. Abbiamo 2 o 3 elementi, nel mirino, che consideriamo molto validi. Ma se non ci riuscirà prendere questi, potremo anche puntare su un giovane e cercare un elemento di maggiore esperienza in un secondo tempo». Gli uomini nel mirino sono Siviglia del Verona, Silvestri e Stellini della Ternana. Per il primo sembra esserci poco da fare, visto che i veneti sono sul punto di cederlo all'Atalanta. Gli altri, per il momento, sono stati messi fuori dal mercato dagli umbri, ma le cose potrebbero cambiare nel giro di pochi giorni. L'altro punto «caldo» è quello relativo a Esposito. «Probabilmente _ continua Fabrizio Corsi _ alla fine del Mondiale il mercato degli attaccanti si sbloccherà e ci saranno grosse novità. Al momento le società più interessate a lui sono Fiorentina e Sampdoria, ma non saprei dirvi, oggi, dove andrà Esposito. Noi, d'altra parte, non abbiamo fretta di cederlo». Dunque il difensore è il primo obiettivo, ma, come spiegato, non sarà facile ottenerlo subito. Oggi invece dovrebbe finalmente diventare ufficiale l'acquisto di Marco Carparelli. L'attaccante, appena riscattato dalla Sampdoria, arriverà a Empoli con la formula della comproprietà. Con la Sampdoria c'è già un accordo (raggiunto sulla base di 2 miliardi), mentre l'attaccante, come detto, firmerà oggi. E' atteso infatti a Empoli per una prima «visita» alla città e, appunto, per siglare l'accordo. Con l'arrivo di Carparelli diventa ben nutrito il parco degli attaccanti: accanto al confermato Cappellini sono arrivati anche Artico e Palumbo (il suo ingaggio è stato ratificato da 10 giorni, ma sarà reso ufficiale soltanto tra una settimana). In più c'è sempre Esposito, e se il bomber dovesse partire, potrebbe arrivare un altro elemento (piace soprattutto il foggiano Di Michele) per prendere il suo posto. Praticamente concluso anche l'acquisto del tornante Roberto Chiappara dallo Spezia. Il direttore generale Lucchesi ha incontrato spesso Borgo (presidente dei liguri) negli ultimi giorni e c'è la volontà, da tutte e due le parti, di concluderà questa trattativa. Intanto la società ha provveduto a concludere alcune operazioni relative ai giovani. Muoio (comproprietà) e Langone (prestito) sono passati al Pisa, Giampieretti è finito al Teramo, Toni e Pratali alla Lodigiani, Cognata al Saronno, Varchetta al Montevarchi, Dainelli al Modena e Gori alla Battipagliese. Nei prossimi giorni dovrebbero essere concluse altre operazioni: Di Natale piace al Viareggio e alla Carrarese e Gazzoli è conteso da Marsala e Varese. Sembra essersi molto attenuato, invece, l'interessamento dell'Atletico Madrid per Max Tonetto. Il prezzo del giocatore è stato fissato a quota 12 miliardi e se il club di Arrigo Sacchi deciderà di spendere così tanti soldi, l'Empoli potrebbe interessarsi a Filippo Dal Moro, ceduto alla Roma soltanto nella scorsa stagione.

David Biuzzi