Il padre omicida ha scritto molti romanzi Una grande passione per la letteratura


PISA - «Un uomo schivo, riservato e silenzioso, uno scrittore di grande valore». Questo l'apprezzamento che i numerosi amici dell'ambiente letterariZ pisano rivolgono nei confronti di Carlo Montella. Montella, fra le altre cose, fin dal 1958 aveva fatto parte della giuria del Premio Pisa, una manifestazione significativa nel panorama culturale cittadino. Al circolo culturale «La Soffitta» ricordano una sua conferenza sulla narrativa dell'ultimo dopoguerra, conferenza che risale all'ormai lontano 1959. Dopo questa occasione, l'ammirazione e la considerazione per le doti letterarie di Carlo Montella aumentò notevolmente. Una persona riservata e silenziosa, che all'inizio metteva forse un po' in soggezione, ma che non era sicuramente chiuso all'amicizia. Carlo Montella è autore di numerosi romanzi e racconti, tutti rivolti ad indagare il sociale (come «Parenti del Sud» e «Ritratto spagnolo»). Negli anni Sessanta scrisse anche interventi critici su Elsa Morante, Pavese, Bacchelli, Cassola, Spagnoletti, Calvino e Moravia, sempre fedele alle sue idee progressiste. Alla fine degli anni Cinquanta, Montella conobbe anche Giuseppe Villaroel, e andò a trovare il letterato, ospite a Pisa all'Hotel Victoria. Da qualche anno faceva parte della Spes, l'associazione che si occupa di dare un sostegno ai parenti di persone con problemi psichiatrici, anche se nutriva poche speranze sulla sua efficacia. E da diversi anni ormai non scriveva più perchè, come diceva spesso agli amici poeti e scrittori pisani, sentiva che «qualcosa gli era morto dentro». Sicuramente la difficile situazione familiare, con quel figlio così malato, lo aveva segnato profondamente. Carlo Montella rimaneva comunque un appassionato di poesia e di arte in genere, anche se era sempre più dura avere delle distrazioni e coltivare i suoi interessi culturali. Inoltre Montella, fino a quando non è andato in pensione alcuni anni fa, è stato un apprezzato insegnante di letteratura italiana in diversi istituti superiori della città e della provincia.Paola Alberti