Inconcepibile decisione a Roma. L'aggressione subita dal pullman è stata cancellata in secondo grado Livorno, tolti 3 punti, scivola al 3 posto La Caf ha accolto il ricorso del Siena Amaranto nei playoff affronteranno l'Alzano


ROMA - Incredibile. La Commissione di Appello Federale ha accolto il reclamo del Siena avverso la sconfitta a tavolino nell'incontro con il Livorno del 15 marzo scorso, dopo l'aggressione al pullman subita dai calciatori amaranto che ebbero Marcato, Bonaldi e il tecnico Stringara feriti. Il giudice sportivo, in primo grado, aveva confermato il risultato del campo, 1-0. La Commissione Disciplinare, invece, aveva assegnato al Livorno la vittoria a tavolino per l'aggressione ai giocatori ospiti prima della partita da parte di tifosi locali. La Caf, a campionato concluso, ha ripristinato il risultato acquisito sul campo. La decisione della commissione di appello federale stravolge la classifica. Il Siena conquista tre punti inutili ai fini della salvezza già acquisita e si porta da 38 a quota 41 punti risalendo, comunque, ben sei posizioni in graduatoria. Cambiano, invece, i play off. Il Livorno scala di una posizione e scivola dal secondo al terzo posto a pari merito con l'Alzano. In virtù degli scontri diretti (3-1 a Livorno l'11 gennaio scorso, 0-0 ad Alzano nell'ultima di campionato) sono i toscani a mantenere la terza posizione. Le due squadre saranno quindi di fronte una contro l'altra nella semifinale dei playoff. La prima partita si giocherà ad Alzano (o forse meglio a Bergamo) il 31 maggio, la seconda a Livorno il 7 giugno. In caso di parità sia di punti che di reti realizzate (il gol in trasferta non vale doppio) sarà dunque la formazione toscana ad accedere alla finale. L'altra partita sarà, di conseguenza, Lumezzane (quinta classificata)-Cremonese (seconda). Nel caso in cui in finale dovessero incontrarsi Cremonese e Livorno saranno i lombardi ad acquisire il diritto alla promozione in caso di parità dopo i 90 minuti dello spareggio e gli eventuali supplementari. Ma non è tutto. La Caf deve ancora esaminare, e non lo ha fatto ieri, il caso relativo alla partita Como-Livorno dell'11 aprile scorso, terminata 2-1 il favore dei padroni di casa. In quella occasione un giocatore ospite, Geraldi, fu espulso per doppia ammonizione, ma la prova televisiva ha dimostrato che il cartellino giallo doveva essere indirizzato ad un suo compagno di squadra, Lugheri. Se la Caf dovesse ammettere il ricorso del Livorno e ordinare la ripetizione della partita si aprirebbero nuovi scenari che potrebbero stravolgere anche i playoff.