«Ikarus», una viareggina per il giro del mondo


LIVORNO - E' stata costruita nel 1982 la barca che Massimo D'Alema e alcuni soci-amici hanno acquistato la scorsa estate, per un valore presunto (sul mercato dell'usato) di circa 450 milioni. Costruita dai cantieri Baltic Yachts ha un costo di listino _ nuova _ superiore al miliardo. Revisionata a Viareggio, concepita per navigare nei freddi mari nordici, la barca stazza 31 tonnellate per 15,5 metri di lunghezza e quasi 5 di larghezza. «Ikarus», che risulta immatricolata con la sigla Vg-2947/D, può navigare ovunque, non avendo alcuna limitazione (quindi, in teoria, può fare il giro del mondo). Ha una superficie velica di 160 metri quadrati (più un motore entrobordo a gasolio Volvo Penta da 2mila centimetri cubici) e può trasportare dodici persone. La conduzione in crociera può essere limitata a due persone. «Ikarus», come accertato in estate nei registri della Capitaneria di porto viareggina, risulta intestata a due conoscenti del leader politico: Roberto De Santis, 40 anni, di Lecce, e Vincenzo Morichini, 53 anni, di Roma.