Mercoledì sarà sepolto nel cimitero di Poggi del Sasso Amedeo Massari è morto a Milano


GROSSETO - E' morto la notte fra sabato e domenica Amedeo Massari, attualmente vicepresidente del consiglio di amministrazione del quotidiano «Il Giornale» e che fu tra i fondatori di «Repubblica». Aveva 72 anni e da qualche giorno era ricoverato all'ospedale Niguarda di Milano dove era stato portato per l'aggravarsi delle sue condizioni di salute. I funerali saranno celebrati domani nella chiesa di San Paolo Apostolo, a Milano. La salma, il giorno successivo, sarà portata in Maremma e verrà tumulata mercoledì mattina nel cimitero del piccolo paese di Poggi del Sasso. Massari, nato a Cinigiano, dopo gli studi si era trasferito a Grosseto. Nel mondo dell'editoria era entrato dalla porta di servizio, vendendo la collana Bur a rate e avviando poi una piccola attività tipografica. Per un lungo periodo era stato in Maremma il responsabile dell'agenzia di distribuzione di giornali; nella vista sociale della città fu presente in modo attivo e di lui si ricorda il ruolo di dirigente della Pugilistica grossetana. Lasciata la provincia di Grosseto aveva avuto incarichi direttivi nel settore della diffusione di varie testate: Secolo XIX, La Gazzetta dello Sport, Alto Adige e Piccolo. Con Carlo Caracciolo ed Eugenio Scalfari, Massari fu tra i fondatori di Repubblica. Alla fine degli anni Settanta aveva avuto un ruolo di primo piano nella catena dei giornali locali dell'editore Caracciolo: Il Tirreno (di cui fu amministratore delegato), Il Mattino di Padova, La Tribuna di Treviso, La Provincia Pavese e La Nuova Sardegna. Dimessosi dall'Editoriale l' Espresso nel 1980, fu chiamato da Indro Montanelli e Silvio Berlusconi al Giornale nel 1981, come amministratore delegato. Per conto della Silvio Berlusconi Editore, fu tra l' altro artefice dell'acquisto e dello sviluppo del settimanale Sorrisi e Canzoni Tv. A Grosseto la notizia della scomparsa di Amedeo Massari ha fatto subito il giro della città, dove aveva ancora tanti amici. Alla famiglia Massari le condoglianze della redazione di Grosseto del Tirreno.