Prove generali alla Lucchese: Wome a centrocampo, Guzzo terzino sinistro, Vannucchi esterno De Canio prova il modulo 4-4-2 Colacone sarà al suo posto Stellone ancora in forse


LUCCA - De Canio torna al 4-4-2. Nella partitella in famiglia ha riproposto la linea con quattro difensori: Longo a destra, Guzzo sul versante opposto, Montanari e Innocenti (al rientro dalla squalifica) centrali. Che sia stata soltanto pretattica? All'Acquedotto, però, il tecnico ha dato la netta impressione che contro il Cagliari ripresenterà il modulo sul quale ha quasi sempre puntato in campionato, confermandolo sia nel primo che nel secondo tempo della sgambata. Il ritorno di Innocenti in squadra ha consentito di impiegare Wome nella posizione a lui più congeniale: a centrocampo nel ruolo di interno sinistro, al posto di Amerini che domenica salterà l'incontro perché squalificato. Il camerunense è stato affiancato da Favo, mentre sulla fascia destra ha agito Russo. A sinistra ha manovrato Vannucchi, al quale è stato affidato il compito di accentrarsi per dare spazio sulla corsia agli sganciamenti di Guzzo. In attacco Paci è stato supportato da Biancone, bravo a difendere palla e a creare spazi. Tutto questo in attesa del rientro di Colacone, che ha lavorato a parte per una contrattura. L'ex del Foggia sta meglio, ma, viste le condizioni del campo reso molto pesante dalla pioggia caduta in questi giorni, i medici gli hanno consigliato di non forzare il ritmo. Contro il Cagliari, comunque, sarà a disposizione. Anche Stellone, che deve smaltire una tendinite, è sulla via del recupero, ma la sua presenza resta in dubbio. Nella seconda parte del galoppo De Canioha mischiato le carte spostando Vannucchi interno al fianco di Wome e Russo sulla sinistra. Quindi ha inserito Rossi, tra i più attivi alla seduta, laterale destro. In attacco Vendrame ha preso il posto di Biancone, mentre Landucci ha rilevato Squizzi ormai completamente ristabilito dal mal di schiena. La partitella è stata l'occasione per sperimentare alcuni schemi di gioco. I rossoneri sono stati chiamati ad attuare il pressing anche nella metà campo avversaria e a prediligere i lanci a scavalcare la linea mediana. Per domenica potrebbe essere proprio questa la tattica che verrà messa in pratica per aggirare la ragnatela prevista da Ventura a centrocampo. Ha fatto da sparring partner ai probabili titolari una formazione mista rincalzi-allievi composta da Mannucci, Borelli, Capezzoli, Landucci, Vanni, Vendrame (Mura), Amerini, Rossi (Favo), Manzo, Calanchi, Fialdini. La sgambata è finita 6-1 per i primi con doppiette di Biancone e Paci e reti di Favo e Vendrame. Il gruppo tornerà in campo questa mattina per un allenamento quasi esclusivamente tecnico-tattico.

Fabiano Tazioli