Ambiente: la Goletta di Legambiente ispeziona i fiumi italiani

video Partita dalla Campania la nuova edizione di Goletta dei Fiumi, l’iniziativa di Legambiente nata per monitorare lo stato di salute dei maggiori fiumi d’Italia. Le acque di Sele, Tusciano e Sarno si trovano in uno stato di qualità insufficiente rispetto ai traguardi indicati dalle direttive europee. Trenta i punti monitorati, in altrettanti comuni delle province di Napoli, Salerno e Avellino: l’obiettivo è quello di mantenere alta l’attenzione sulla depurazione e sugli scarichi illeciti. Parlano Luca Pucci, componente della presidenza del Comitato scientifico di Legambiente, e Antonio Giannattasio della segreteria di Legambiente Campania (video di Luigi Pepe)

Floridiana, il Provocation Day: "Chiediamo un'area di socializzazioen per cani"

video Il Comitato Liberi a 4 Zampe, formato da tutti coloro che hanno un cane in famiglia, costituito per reclamare un'area di socializzazione per cani nel parco della Villa Floridiana, ha indetto il Provocation Day. Appuntamento domenica alle 11.30 all'ingresso del Parco in via Cimarosa. "Protesteremo in maniera colorita e gioiosa - afferma Fabio Procaccini, portavoce del Comitato -ci maschereremo da cani e entreremo a 4 zampe in Floridiana per reclamare il nostro diritto ad avere un'area di socializzazione per cani nel Parco"

Banche, l'ira degli azionisti della Popolare di Bari: "Ci avete rovinato la vita"

video "La banca ci ha rovinato la vita, vogliamo indietro i nostri risparmi". È un clima di rabbia e disperazione quello che si respira nella sede del Comitato per la tutela degli azionisti della Banca Popolare di Bari. Un centinaio i risparmiatori della Bpb che partecipano all’incontro, molti dei quali si affollano all’ingresso. Un incontro convocato dalle associazioni dei consumatori che compongono il Comitato, a pochi giorni di distanza dalla diffusione della notizia di una nuova inchiesta a carico dei vertici della Popolare, compresi il presidente Marco Jacobini e i figli Gianluca e Luigi. Le indagini della Procura di Bari descrivono anni di gestioni irregolari, bilanci in perdita e prestiti anomali. Pesanti i reati contestati ai vertici della Bpb, dall’associazione per delinquere alla truffa fino alle false dichiarazioni in prospetto informativo. Reato, quest’ultimo, che potrebbe aprire per i 70mila azionisti dell’istituto la possibilità di costituirsi come parte offesa e di chiedere il risarcimento dei danni subiti. "Portate la documentazione, vi aiutiamo a presentare i ricorsi", è il consiglio dei componenti delle associazioni dei consumatori. Ma fra gli azionisti c’è chi chiede l’intervento delle istituzioni, chi invece urla e abbandona la sala. Momenti di tensione che raggiungono il culmine quando una signora accusa un malore e viene soccorsa dal 118 (di Antonello Cassano)