Migranti, assalto alla recinzione Marocco-Ceuta: in centinaia varcano il confine

video Oltre 700 migranti originari di Paesi subsahariani hanno preso d'assalto le alte recinzioni che segnano il confine tra il Marocco e l'enclave spagnola di Ceuta. Nelle immagini, realizzate dai giornalisti dell'agenzia Reuters, si assiste alle diverse fasi dell'assalto: dai tentativi di superare le recinzioni ai festeggiamenti di chi, trovandosi su suolo spagnolo, si è diretto verso il centro locale per l'accoglienza.Secondo quanto riportato dai media spagnoli, nell'azione sono rimasti feriti 132 migranti che hanno ricevuto assistenza dalla Croce rossa. Anche 22 agenti della polizia spagnola hanno subito lesioni mentre tentavano di impedire ai migranti di superare il confine video Reuters

Croce Rossa, la campagna "Estate Sicura": attenzione alla fatica in mare

video La prova costume è un appuntamento più importante di quanto si creda: per vivere la spiaggia e il mare senza rischi, la Croce Rossa ha realizzato tre spot con protagonisti un papà distratto, un giovane abbastanza pedante e una soccorritrice della Croce Rossa per il salvataggio in acqua.In questo video della campagna "Estate Sicura", il consiglio è di fare attenzione all'affaticamento in mare: nell'acqua, non potendo avvertire la sudorazione, rischia di cambiare la percezione della stanchezza. Video: Croce Rossa

Migranti, video-provocazione della Croce Rossa: "Riesci a resistere almeno 30 secondi?"

video Un video senza immagini, dove c'è solo il rumore del mare e il verso dei gabbiani. La Croce Rossa di Roma invita chi guarda a immedesimarsi nel migrante lasciato in quel mare aperto. E chiede: "Ce la fai a resistere almeno 30 secondi?". Un invito a non assuefarsi alle immagini e alle notizie, ma a provare a stare per pochi secondi dall'altra parte. "Sui social network a volte c'è il rischio che l'eccessivo consumo di immagini e di commenti snaturino il nostro essere umani", spiega la presidente Debora Diodati. Il video si chiude con una parola: umanità video CRI di Roma

Aquarius, Valencia città aperta: così attende l'arrivo dei migranti

video "Valencia città rifugio, #vogliamo accogliere". E' questo il testo dello striscione che il sindaco della città spagnola, Joan Ribó, ha fatto stendere sulla facciata del municipio, mossa pienamente appoggiata e condivisa dalla maggioranza dei suoi concittadini, per salutare l'arrivo dei migranti a bordo dell'Aquarius e delle altre navi della marina italiana dopo giorni di navigazione. Un'odissea che potrebbe terminare nella mattinata di domenica nei pressi dei vecchi capannoni della 'Coppa America' costruiti nel porto per la competizione velica. Proprio in uno di questi, quello del team svizzero Alinghi, la Croce Rossa sta infatti allestendo la base logistica per offrire la prima assistenza ai migranti. Ma superato lo sbarco, il loro destino resta ancora tutto da decifrare visto che la Spagna è già messa duramente alla prova da altre forme di immigrazione, così come spiegato dal coordinatore della Cear, una ong locale, Jaume Durá. di Francesco Giovannetti

Torino, al campo rom di corso Tazzoli arrivano le ruspe: lo sgombero dopo l'incendio

video Sono partite questa mattina, le operazioni di sgombero e di messa in sicurezza dell'area di corso Tazzoli, a Torino, occupata da circa 13 anni da un campo nomadi non autorizzato parzialmente distrutto, due settimane fa, da un incendio provocato da un generatore di corrente alimentato a combustibile liquido. Le famiglie sono ora ospitate in una palestra della Protezione civile e una zona nell'area di via Onorato Vigliani con delle tende gestite dalla Croce Rossa". di Alessandro Contaldo

Croce Rossa, chiude l'hub "emergenza freddo" di Via Ramazzini. I senzatetto a Raggi: "Non vogliamo tornare per strada"

video Il centro di via Ramazzini che in questi mesi, a partire dall'emergenza freddo, ha accolto 170 persone, rischia di chiudere i battenti il prossimo 30 aprile. La Croce Rossa nei giorni scorsi aveva già lanciato un appello per richiedere al Comune di Roma di mantenere aperto questo servizio: ma ora sono alcuni degli ospiti del centro a far sentire la loro voce con una lettera aperta indirizzata alla Sindaca Virginia Raggi. A scrivere alla sindaca sono Massimiliano, Daniele, Barbara, Gabriella, Vita, Roberto e Alfio: donne, padri, uomini che hanno perso il lavoro e chiedono una mano affinché quello spazio, dove hanno ritrovato la speranza, non venga chiuso, costringendoli così a tornare a vivere in strada. (Video di Mariacristina Massaro)Agf