Mario Martone : "A Napoli c'è un muro tosto che separa la periferia dal centro"

video "A Napoli c’ è un muro tosto che separa la periferia dal centro e che nessuno valica. È un muro invisibile che per Napoli Est comincia a Gianturco e vuole la città divisa in due: una borghese per bene e intellettuale; e una per male di criminali e delinquenti. Una cosa contro la quale io mi batto da sempre. E San Giovanni è solo uno dei confini". Mario Martone lega centro e periferia con l’arte e il cinema, “il bene e il male” con una passeggiata di quattro ore dal museo Madre di via Settembrini (dove si chiude la mostra a lui dedicata) al teatro Nest di San Giovanni a Teduccio, "che è il mio presente e il mio futuro", dice. Il regista di “Capri Revolution” (film nelle sale a dicembre) regala a quaranta persone un “walkabout”: un’esplorazione urbana in metropolitana e a piedi per un gruppo munito di cuffie e auricolari. E la conversazione con il conduttore Carlo Infante diventa storytelling, narrazione partecipata con la gente che si incontra lungo la strada e si affaccia ai balconi. Camminando scorrono i set scelti negli anni da Martone (via Foria, metropolitana di piazza Cavour e Gianturco); il degrado delle palazzine del Bronx dove solo le urla distolgono dalla puzza di una fogna aperta; la bellezza del Che Guevara diviso a metà di Jorit; la forza sociale della palestra occupata e diventata teatro grazie agli attori del Nest dove stasera e domani sarà in scena “Tango glaciale Reloaded”, ripresa dello storico spettacolo di Martone. Anna Laura De Rosa

Marianna Fontana: "Dopo 'Indivisibili' un viaggio nel tempo con una ventenne come me"

video Marianna Fontana: "Dopo 'Indivisibili' un viaggio nel tempo con una ventenne come me"L'attrice, che insieme a sua sorella gemella è stata la rivelazione del film Indivisibili, è la protagonista del film di Mario Martone 'Capri - Revolution'. Interpreta Lucia, una ragazza che vive di pastorizia sull'isola di inizio Novecento. L'incontro con Seybou (interpretato da Reinout Scholten Van Ashat), leader spirituale di una comunità pre-hippie, le darà l'impulso per rifiutare il modello patriarcale della sua famiglia. Interviste di Chiara UgoliniVideo e servizio di Rocco Giurato

Mario Martone: "Saranno le donne ad abbattere i muri"

video Il regista napoletano completa la trilogia storica iniziata con 'Noi credevamo' e proseguito con 'Il giovane favoloso' su Leopardi. Con 'Capri - Revolution' racconta l'emancipazione di una pastorella di inizio Novecento. la Lucia interpretata da Marianna Fontana, che rifiuta il modello patriarcale e maschilista della sua famiglia abbracciando la filosofia di una comune pre hippie. Il film è in corsa per il Leone d'oro ma il suo regista si dichiara sereno anche se emozionato di proporlo al pubblico. Intervista di Chiara Ugolini,video e servizio: Rocco Giurato

Venezia 75, Michele Riondino, il padrino in fila: "È la parte più bella del festival"

video Il 29 agosto sarà sul palco per dare l'avvio alla 75esima edizione della Mostra e celebrare il "cinema che racconta e non giudica". Ha tanti film che aspetta con curiosità, dall'horror di Guadagnino ai western dei fratelli Coen, per non parlare del "suo" regista Mario Martone. Con la stessa abilità con cui passa dal popolare giovane Montalbano alle regie teatrali, Riondino sale sul palco della Biennale senza dimenticare quello del primo maggio della sua città, Taranto. Intervista di Chiara Ugolini, riprese e montaggio di Rocco Giurato

Arte e sport, il Muhammad Alì di Di Leva al Napoli Teatro Festival

video Recuperare la relazione tra arte e sport. Nasce così Sportopera, la sezione del Napoli Teatro Festival Curata da Caludio Palma che comprende 18 appuntamenti. Uno di questi è andato in scena al teatro Sannazaro. Si tratta di "Muhammad Alì", uno spettacolo di Pino Carbone e Francesco Di Leva con Francesco Di Leva, drammaturgia Linda Dalisi contributi di Roberto Bolle, Willem Dafoe, Marco D’Amore, Mario Martone scene Mimmo Paladino costumi Ursula Patzak musiche Marco Messina e Sasha Ricci. In scena un attore e un regista che sotto gli occhi degli spettatori costruiscono emotivamente, poeticamente e artisticamente lo spettacolo. L’ispirazione nasce concretamente dal corpo di Muhammad Ali, un corpo allenato, messo in gioco, sfidato, osannato, osservato, acclamato, un corpo astuto che sa come attutire un colpo, un corpo pronto, forte, nero, in ebollizione. Un corpo che fa delle differenze una forza, un vanto, una battaglia.a cura di Anna Laura De RosaVideo Napoli Teatro festival

Cinema America, la carica dei registi: "I ragazzi hanno fatto miracoli"

video I ragazzi del cinema America lasciano il centro, la piazza di San Cosimato e portano le loro serate di film, registi e discussioni in periferia: a Tor Sapienza, a Ostia, a monte Ciocci. Un addio consumato dopo il braccio di ferro con il comune che dopo quattro anni di rassegne chiedeva ai ragazzi la partecipazione a un bando. Ecco la risposta del portavoce dei ragazzi, Valerio Carocci e le voci a sostegno di alcuni dei molti registi che li sostengono: Carlo Verdone, Mario Martone, Riccardo Milani, il produttore Angelo Barbagallo, Lidia Ravera, Alessandro Roja.Interviste di Arianna Finos

Milano, la prima della Scala vista da dietro le quinte

video Dieci minuti di applausi hanno salutato alla Scala 'Andrea Chénier', l'opera di Umberto Giordano con la direzione del maestro Riccardo Chailly e la regia di Mario Martone, capolavoro del verismo italiano che ha inaugurato la stagione del teatro lirico milanese. In questo video, pubblicato sull'account Facebook ufficiale della Scala, il dietro le quinte dell'opera Video: Facebook/Teatro alla Scala