Caos a Budapest: treni presi d'assalto dai profughi

article ROMA. Non hanno nessuna intenzione di interrompere a Budapest la loro marcia verso la libertà. «Freedom, freedom» scandiscono, «Germany, Germany». Migliaia di rifugiati, in gran parte siriani, presidiano da ieri la stazione Keleti chiedendo di lasciare il Paese. In una giornata di afa, la piazza ...

di Maria Rosa Tomasello