Trieste ha lo sponsor: arriva da Allianz Accordo triennale il futuro è al sicuro

Roberto DegrassiTRIESTE. La Pallacanestro Trieste ha finalmente un nuovo sponsor. E arriva dalla galassia Allianz. Una svolta, attesissima, che significava garanzie e serenità per il prosieguo di questa stagione ma anche per i prossimi due campionati. L'impegno sarebbe infatti triennale.Stamani la presentazione del nuovo main sponsor nella sede di Allianz in Largo Irneri, alla quale dovrebbe intervenire anche il presidente della Federazione Pallacanestro Gianni Petrucci.Solo oggi verrà ufficializzato quale sarà il marchio che campeggerà sulle maglie di Coronica e compagni a partire da domenica quando all'Allianz Dome arriverà la De'Longhi Treviso.In questi giorni la dirigenza biancorossa ha mantenuto il massimo riserbo attorno all'operazione, anche quando alla squadra di Dalmasson sono state accostate le sigle più disparate. Un accordo che tuttavia è stato "spoilerato" ieri pomeriggio dal sindaco Roberto Dipiazza durante un convegno. Quasi in contemporanea sul sito della Federazione Pallacanestro è sparita la dicitura Pallacanestro Trieste ed è comparsa Allianz Trieste.Negli ultimi anni il colosso assicurativo è già stato particolarmente vicino alla Pallacanestro Trieste, prima donando un parquet nuovo di zecca stile Nba, poi l'avveniristico "wall" e infine dando il proprio nome all'impianto di Valmaura, un impegno quest'ultimo proiettato nel tempo.Il direttore generale di Allianz, Maurizio Devescovi, ha seguito le partite biancorosse anche in occasione di un paio di trasferte: era presente al Palalido di Milano per assistere al confronto con l'Armani ed era domenica scorsa anche al PalaRadi di Cremona seduto proprio accanto al neopresidente della Pallacanestro Trieste Mario Ghiacci. E proprio Ghiacci è l'artefice dell'operazione che riporta uno sponsor sulle maglie biancorosse.L'arrivo dello sponsor, oltre a coprire buona parte del budget rimasto aperto, permerrà anche di abbozzare strategie di mercato. La società ha già cominciato a guardarsi attorno per assicurare all'allenatore quei rinforzi indispensabili per portare punti, esperienza e personalità in modo da chiudere il discorso salvezza. Il nome attorno al quale si stanno concentrando gli sforzi è quello del play Mike Green, 34 anni, con precedenti in Italia a Venezia, Varese e Cantù. Ora sta giocando con il club bosniaco dell'Igokea.Dovesse arrivare Green, non è scontato che debba essere Jon Elmore a fargli posto, specie tenendo conto dell'indisponibilitò del Lobito Fernandez. Ma le strategie di mercato potrebbero essere a più ampio raggio, coinvolgendo anche altri ruoli e altri giocatori.Di sicuro dopo le quattro sconfitte di fila e le critiche da parte di coach Dalmasson all'atteggiamento tenuto dalla squadra, la partita di domenica diventa un'occasione da non fallire.Chi dovesse deludere ancora non avrà prove di appello. Da adesso, non più. -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI