In sella da tutto il Triveneto per incentivare l'uso della bici

Micol BrusaferroTutti in bicicletta domenica 22 settembre con "Pedala Trieste", la prima edizione di una festa dedicata interamente alle due ruote, promossa da tante associazioni del territorio, che punta a coinvolgere centinaia di persone, un po' da tutto il Nordest. Una giornata (il programma è stato annunciato ieri), per sottolineare l'importanza della mobilità sostenibile. Si partirà da piazzale De Gasperi alle 10, per raggiungere con un percorso di circa 10 chilometri la pineta di Barcola, dove troveranno posto animazioni, intrattenimenti, incontri e approfondimenti sul tema. L'iniziativa è organizzato da Fiab Trieste Ulisse, Spiz, Bora.La, TS4 Trieste secolo quarto, Ads Cottur e Uisp, e sarà l'evento di chiusura della Settimana europea della Mobilità 2019. La pedalata è aperta alla partecipazione di altri gruppi e associazioni. «L'obiettivo di Pedala Trieste - raccontano i promotori - non è solo quello di riempire le strade di ciclisti, ma è anche di veder crescere ogni giorno il numero di chi sceglie questo tipo di mobilità, dimostrando che "Trieste xe anche per bici". Da noi, come sta succedendo anche nel resto d'Europa, sempre più persone si muovono quotidianamente in bicicletta per i propri spostamenti urbani. È una manifestazione che celebra questo graduale cambiamento. I vantaggi sono molteplici, a partire dalla salute, che trae giovamento dall'attività fisica, al minor inquinamento, al risparmio economico e, non secondario, ai minori tempi di percorrenza su gran parte dei brevi percorsi cittadini». Le iscrizioni, aperte anche ai ragazzini, dai 12 anni in su, avranno con un costo simbolico e saranno raccolte nella settimana precedente l'iniziativa e il giorno stesso a partire dalle 8.30. I più piccoli potranno viaggiare con i genitori nei seggiolini, nei trasportini o potranno venire direttamente a Barcola, dove ci saranno giochi creati ad hoc per i bimbi. Dopo aver raggiunto la pineta, chi vorrà potrà tornare indietro. Il ritmo del serpentone sarà tranquillo, nessuna corsa o classifica ma semplicemente un itinerario da concludere tutti insieme. Alla domenica di festa hanno aderito finora: VI Circoscrizione, Circolo Verdeazzurro Legambiente Trieste, Friday For Future FVG, ARCI Trieste, Associazione Museo della Bora, Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale CapoeiraTrieste.org e Art in Progress. «Pedala Trieste non mira ad essere un semplice appuntamento puntiforme, ma vuole rappresentare una vera e propria festa per celebrare un percorso, iniziato da anni - dicono ancora gli organizzatori - volto a incentivare l'uso quotidiano della bici. Una mobilità sana è fatta infatti per favorire tutti, e non solo una parte degli utenti delle strade. Chi quotidianamente sceglie di pedalare dovrebbe quindi essere visto anche come "un'automobile in meno" in città, con evidente vantaggio in termini di traffico e di disponibilità di parcheggi liberi per quegli utenti che invece si vedono per forza di cose costretti a muoversi su quattro ruote». Gli hashtag della manifestazione sono #pedalatrieste #lastradaèditutti #triestexeperbici #SEM2019. Tutte le informazioni e gli aggiornamenti sull'appuntamento sono visibili da ieri anche su Fb. -- BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI