L'Ufm firma la vittoria numero 18 ma questa volta subisce un gol

MONFALCONE E' stata la bora la protagonista della sesta giornata di ritorno del campionato di Seconda categoria, che ha visto costrette al rinvio ben tre partite. Mentre rimangono in sospeso i verdetti di Montebello-Sovodnje, Opicina-Terenziana Staranzano e Roianese-La Fortezza, un punto fermo nel girone c'è: è il dominio indiscusso dell'Ufm, che anche nel recupero di sabato con il Fiumicello non si è tirata indietro e ha regolato l'avversario per 1-3. Non si sa se fa più scalpore la diciottesima vittoria dei cantierini o il fatto che la porta dei monfalconesi sia stata di nuovo violata: è la seconda volta in campionato, e sino ad ora l'impresa era riuscita soltanto allo Staranzano durante la terza giornata di andata. Dire che la rete è scaturita dopo un calcio di rigore che Contento è riuscito a parare, ma sulla respinta è arrivato Moras che ha anticipato tutti siglando il gol della bandiera. Piccola ma grande soddisfazione del Fiumicello che, soprattutto nel primo tempo, si è fatto più volte vedere in area locale: «Gli ospiti - ha spiegato Aldino Petraz, che sta ancora sostituendo Trentin in panchina - hanno avuto le loro occasioni ma nel complesso reputo sia stata una vittoria più che meritata. E' stata una partita tosta contro un avversario agguerrito che non si è affatto risparmiato, ma la nostra squadra è stata brava a restare concentrata e incisiva sotto porta. Il gol subito? Può capitare ma preferiamo continuare a detenere il record di vittorie, anche perché Contento è un super portiere e lo ha dimostrato tante volte». Un solo punto è andato alla Cormonese, che ha impattato per 1-1 sul campo del Campanelle, e zitta zitta l'ha agganciata l'Audax, che si è imposta con decisione sul Muglia con un significativo 3-1. E' senza dubbio un momento positivo per la compagine goriziana, che era inciampata nella partita con La Fortezza ma ha saputo riprendersi egregiamente: «Quella - ha commentato il tecnico Ezio Pauletto - è stata una brutta sconfitta e ne siamo usciti molto arrabbiati. Per fortuna siamo riusciti a reagire, soprattutto mentalmente, e adesso cerchiamo di proseguire in questo buon momento». Consolida sempre di più la sua posizione in zona salvezza il San Canzian Begliano, che ha regolato l'Alabarda per 3-1 raggiungendo all'ottavo posto in classifica la Romana, che invece è stata battuta di misura in casa dal Breg. (a.a.)