Il Btm non lascia scampo Televita a bocca asciutta

di Andrea TriscoliwMONRUPINONon riesce allo Sloga Tabor Televita il colpo a sorpresa che riuscì all'andata. Stavolta il Btm Lametris Massanzago non lascia campo e spazio ad una possibile vittoria dei triestini, ed anzi sbriga la pratica in soli tre set, lasciando i triestini a bocca asciutta. Il Btm Lametris si è dimostrato, in questo frangente, squadra che merita il posto che ha, ed anzi meriterebbe qualcosina in più in chiave-classifica. Quella padovana, è una difesa solida e attenta, pronta a recuperare molti palloni; ben messa dietro, la formzione di Barbon e solidi in regia, con un alzatore - playmaker che sa farsi valeree che ha smistato i palloni con gran maestria.I biancorossi, privi di Biribanti, senza Jeroncic se non come allenatore, con alcuni elemetni ancora malconci, evidenziano la pecca della coperta troppo corta: sia nel reparto centrali, che in quello dei martelli. Ma, con la sofferenza patita in ricezione e nella retroguardia, era difficile ed impensabile poter fare di più. Primo set che fa però ben sperare: 8-4 Televita, nel primo terzo, cui fanno però seguito un buco e calo in ricezione. Il Btm Lametris mette sotto i padrondi di casa e si porta avanti 12-13, aiutato dai molteplici errori e dalle sbavature dei carsolini. 14-16, 16-21, le altre tappe del monologo patavino. Anche nella ripresa l'ago della bilancia pende fin da subito per gli ospiti: 5-8, 12-16, fino all'allungo e conseguente andazzo a +8, sul 13-21. il televita prova tardi a risvegliarsi e rintuzzare, ma il doppio vantaggio per Massanzago è cosa fatta. Nel terzo il Tabor resta ancora aggrappato alla gara (7-8) nelle prime battute, poi il Btm allunga 12-16, tiene saldamente il campo sul 16-21 e può lanciare i preparativi per una brillante affermazione. Punto debole del Televita: una ricezione non registrata al meglio, che ha portato a palleggi scontati, i quali hanno costretto a forzare molto in attacco e a sbagliare di conseguenza di più. Nel secondo set, sul 4-8 esterno, entra D'Orlando per Cettolo in ala, per dare piu centimetri e pericolosità, poi Antoni al posto di Vattovaz che risente ancora di problemi alla caviglia. Infine sul 12-18 è entrato Iaccarino per Umek e poi altri cambi, tra cui Rimbaldo per Kante nella diagonale dell'opposto. Il tecnico di San Pietro ha provato a cambiare pedine e volto alla squadra, senza trovare mai però la giusta alchimia e la quadratura giusta e necessaria, per uscire dai numerosi momenti di impasse. **Risultati 17a giornata: Pieramartellozzo-Treviso 0-3, Silvolley Trebaseleghe-Alvainox Delta Pviro 1-3, Eagles Vergati-Tmb Monselice np, Conselve Vigneecatine Bagnoli- Valsugana 0-3, Kioene Padova 3-0, Pall. Motta-Gori Wines Prata 0-3, riposa Kioene Padova. CLASSIFICA: Delta Alvainox Pviro 46 punti; Gori Wines Prata 45; Tmb Monselice 32; Lametris Massanzago 31; Venpa Valsugana Pd e Motta 27; Pieramartellozzo Cordenons 17; Silvolley 16; Sloga Tabor Televita e Eagles Mestrino 15; Treviso 14; Conselve Vigne&cantine Bagnoli 11; Kioene Padova 7.©RIPRODUZIONE RISERVATA