Alla caprivese Rossella Dosso il premio "Vôs de Basse"

CAPRIVALa caprivese Rossella Dosso ha vinto la prima edizione del concorso letterario in lingua friulana "Vôs de Basse" riservato alla categoria studenti ed organizzato dai Comuni di San Giorgio di Nogaro, Carlino, Gonars, Muzzana del Turgnano, Porpetto e Precenicco, patrocinato dalla Società Filologia Friulana, con "Il pont di viste de cisile" (Il punto di vista della rondine). Il racconto della studentessa del quinto anno del liceo classico "Dante Alighieri" di Gorizia affronta i temi, particolarmente attuali, del dissesto ambientale e della migrazione. Lo fa da un punto di vista neutrale, quello della rondine appunto e questo è stato particolarmente apprezzato dalla giuria, presieduta dalla poetessa Maria Fanin e composta da esperti della lingua e della letteratura friulana. Di recente il suo racconto "Bocconi amari" era stato segnalato in occasione del concorso "Sospirolo tra leggende e misteri" tenutosi a Sospirolo, in provincia di Belluno, e riservato ai residenti nel Triveneto. La giuria, presieduta dal ricercatore ed etnomusicologo, Gianluigi Secco, ha messo in evidenza l'originalità e l'ironia del testo presentato. Dosso aveva già vinto l'edizione 2013 del Premio intitolato al poeta cormonese "Dolfo Zorzut".