Troppe auto vicino scuola chiesti a Trieste vigili in prestito

di Ugo SalviniwSAN DORLIGO DELLA VALLE La strada ex provinciale 20 di Puglie di Domio, che fa da confine fra il territorio comunale di Trieste e quello di san Dorligo della Valle, ogni mattina, prima del suono della campanella di inizio delle lezioni - della scuola elementare con lingua d'insegnamento slovena e della media dell'Istituto comprensivo Roli - è invasa dalle automobili. Anche qui, come in tutte le scuole della provincia, sono decine i genitori che vogliono portare a scuola i loro figli con l'automobile. Il Comune di San Dorligo però non dispone di un numero sufficiente di vigili urbani e di "nonni paletta" per dirigere il traffico e risolvere il problema. Ecco allora che Boris Gombac, consigliere comunale a San Dorligo, dove siede nelle file dell'opposizione (Lista Uniti nelle tradizioni), ha pensato bene di chiedere, appellandosi allo spirito di solidarietà dei soggetti dell'Uti giuliana, al Comune di Trieste «che dispone di un buon numero di agenti della Polizia locale, di intervenire sul posto. Bisogna garantire la sicurezza e l'incolumità non solo alla scolaresca - sottolinea - e ai loro accompagnatori, ma anche a coloro che ogni mattina transitano per quel tratto di strada. C'è l'assoluta necessità - ribadisce - di limitare la durata della sosta allo stretto tempo utile per permettere ai genitori e ai loro bambini di raggiungere l'edificio». Immancabile l'appello al sindaco di San Dorligo, Sandy Klun: «Intervenga, quale responsabile per la sicurezza nel nostro Comune, limitando la sosta dei veicoli lungo il tratto di strada interessato». ©RIPRODUZIONE RISERVATA