Franza risarcisce il fallimento del Bennigan's

L'ex gestore del Bennigan's, Rudy Franza, «ha risarcito integralmente il danno economico arrecato al fallimento del locale». Lo puntualizza il legale del ristoratore, l'avvocato Salvatore Rizza. L'autofattura di 156mila euro, contestata nelle indagini, «è stata emessa da terzi a totale insaputa di Franza - precisa l'avvocato - tra l'altro per un importo puramente fiscale, conferito ai beni e agli arredi del Bennigan's sulla base del valore esatto riportato nel Registro dei cespiti. Tale valore tra l'altro non era noto a Franza, avendo lo stesso delegato a terzi la gestione della propria contabilità. Per fugare ogni dubbio sul valore degli arredi - prosegue l'avvocato - all'udienza del 26 gennaio il mio assistito ha dichiarato al gup Barresi di voler far rientrare tali beni da Malta a Trieste e di volerli consegnare alla curatela. Il rientro dello storico mobilio del Bennigan's a Trieste avverrà entro il mese di luglio e gli esborsi necessari per il trasporto via mare saranno a carico del signor Franza. Inoltre- conclude l'avvocato - la difesa ha rilevato che già a novembre sono stati restituiti alla procedura fallimentare 138mila euro, oltre che la piena proprietà della villa di Monrupino». (g.s.)