Auto finisce nel canale: due morti

di Francesca ArticowUDINETragedia all'alba di ieri sulla Provinciale 70 che collega Muzzana del Turgnano a Carlino: un'auto finisce nel fiume Cormor e i due uomini a bordo perdono la vita. Inutili i tentativi di soccorrerli: per Andrea Zanutta, 54 anni agente e intermediario d'affari nel campo dell'agricoltura, e Massimo Zanutta, di 44 anni direttore della filiale Friuladria di Ronchis di Latisana, entrambi di Carlino e parenti, non c'è stato nulla da fare. I soccorritori altro non hanno potuto fare che constatarne il decesso. Tutto inizia alle 5 di ieri mattina, all'altezza della frazione di San Gervasio, quando sulla zona persiste una fitta nebbia. Alcune persone in transito in quel momento si accorgono che il guard rail sul ponte del Cormor è abbattuto e notano la presenza di un'auto nel corso d'acqua. La vettura è inabissata, ma le luci posteriori sono ancora accese. Scendono dalle loro vetture con le torce in mano per vedere se all'interno c'è qualcuno e intanto chiamano il numero unico di emergenza 112. Nel contempo arriva anche un vigilantes dell'Italpol che vedendo tre macchine ferme all'altezza del ponte del Cormor e le persone che stanno illuminando il luogo, si ferma e scende. Immediatamente nota il parapetto abbattuto, i rottami sull'asfalto e la vettura sommersa con le luci accese. La guardia giurata avvisa la centrale operativa i cui addetti con gli strumenti a disposizione riescono a geolocalizzare il punto in cui si è verificato l'incidente. Intanto altri automobilisti si fermano e prestano soccorso. Nel giro di pochi minuti arrivano sul posto il personale sanitario con due automediche, i vigili del fuoco intervenuti con una gru e con i sommozzatori del comando di Udine, i carabinieri delle stazioni di San Giorgio di Nogaro, Palazzolo dello Stella e della Compagnia di Latisana. I sub individuano due persone a bordo della vettura: al posto di guida c'è Andrea Zanutta, in quello del passeggero Massimo Zanutta. Difficile il recupero delle due persone, ormai prive di vita. Sul posto è presente fin da subito anche il sindaco di Carlino, Diego Navarria, che resta sconvolto dalla scena che si presenta davanti i suoi occhi e ancor di più nel riconoscere chi sono i deceduti: due suoi compaesani. Andrea e Massimo Zanutta, parenti e amici accomunati dalla passione per il calcio, venerdì sera erano stati a cena con il gruppo della squadra di calcio del Cjarlins Muzane in un ristorante di San Giorgio di Nogaro e chi era con loro li ricorda entusiasti e soddisfatti dei risultati della squadra del loro paese, alla quale erano entrambi molto legati.©RIPRODUZIONE RISERVATA