Le note di "Bella ciao" per salutare Edoardo Ioan

AIELLOCaporetto 100 anni fa. Doppio sguardo sulla Grande guerra è il tema dell'incontro domani, venerdì, alle 20.30 al Museo sul confine di Aiello (che già ospita una rassegna sull'impiego dei cani durante la guerra e come soccorso nelle catastrofi). Introdotto da Lucio Fabi, Sarà proiettato il documentario "Doppio sguardo sulla Grande guarra". Prima, durante e dopo visto dal cinema italiano e austrotedesco dell'epoca, della Cineteca del Friuli, a cura di Lucio Fabi e Gianpaolo Penco. Seguirà un brindisi conviviale offerto dall'azienda agricolo Livio felluga.di Alfredo MorettiwPALMANOVA"Essere donna: educazione al benessere del perineo e del sé", questa la denominazione dell'importante progetto elaborato dall'Associazione "Ada" presieduta dal palmarino Sergio Bortolussi, che verrà presentato domani alle 18. 30 al salone d'onore del Palazzo municipale della città stellata.Partnership dell'iniziativa, che è stata presentata ed accolta dalla Regione, la Comunità solidale "Anteas progetto Nonos" di Carlino, l'Associazione Il Quadrifoglio" di Aiello del Friuli e l'Auser P. p. s. della provincia di Udine. «È questa un'attività ad ampio respiro che vede coinvolte in forma diretta varie associazioni di volontariato che operano attivamente nei comuni della Bassa - ha affermato Sergio Bortolussi - e coinvolge i comuni di Palmanova, Gonars, Carlino, Aiello del Friuli, Santa Maria la Longa e Palazzolo dello Stella, tutti compresi nell'ambito dell'Aas 2 Bassa Friulana - Isontino che ha condiviso le finalità del progetto come l'Anci Federsanità. Il progetto, finanziato dalla Regione prevede, per ogni singolo comune, un corso di sei incontri settimanali durante i quali le partecipanti svolgeranno attività di conoscenza e movimento con l'aiuto della psicologa Novella Cantarutti Buiani e dell'ostetrica Irene Simioni. Parteciperanno alla presentazione del progetto tra gli altri la consigliera regionale coordinatrice del tavolo interdirezionale regionale in materia di invecchiamento attivo, Renata Bagatin e Silla Stel del Dipartimento di prevenzione, servizio igiene e sanità pubblica, dell'Ass2 Bassa Friulana - che parlerà sul tema "Salute delle donne". Oltre alla presentazione ufficiale dell'intero progetto a Palmanova, analogo incontro si terrà anche in ogni singolo Comune aderente all'iniziativa. di Monica Del Mondo wGONARSSe n'è andato Edoardo Ioan. I suoi amici, tanti, lo hanno salutato ieri cantando sommessamente "Bella ciao", una canzone che simboleggia quella lotta al fascismo e a ogni forma di sopraffazione, quell'attaccamento ai valori della democrazia, della giustizia, della libertà che hanno segnato il suo impegno politico e umano. Ioan è morto, dopo aver lottato con coraggio contro la malattia, a soli 62 anni.E in tantissimi ieri si sono susseguiti nella camera mortuaria dell'ospedale di Palmanova per stringersi accanto alla moglie Francesca e per esprimere la gratitudine nei confronti dell'amico, del compagno di partito, del sostenitore di varie battaglie. Ioan è stato l'ultimo segretario del Pci di Gonars, presidente per anni dell'Anpi locale, fautore di tante iniziative come quelle dei comitati per la viabilità o quelle per la difesa delle tradizioni contadine. La sua figura è stata ricordata dall'ex sindaco di Gonars, Ivan Cignola, che ne ha richiamato l'impegno umano, civile e politico, descrivendolo come una persona "autorevole, con grande attaccamento alla causa dei diritti, della democrazia e della libertà". Il suo successore alla guida dell'Anpi, Carlo Del Mestre, ne ha rammentato il profondo antifascismo che «significa scegliere da che parte stare in questo mondo» e la sua concreta convinzione che «fare politica significhi prima di tutto agire per la libertà e l'uguaglianza». Un ricordo, quello che lascia Ioan, che riemergerà ogni volta che, come ha ricordato Giorgio Cojaniz, «ci sarà un fascismo da combattere, un popolo oppresso da liberare». Tanta la commozione dei presenti ieri quando la storica Alessandra Kersevan ha intonato Bella Ciao o quando la bara, avvolta nella bandiera rossa della sezione mai nata del Pci di Fauglis, se n'è andata sulle note di Everybody's Talking, come da Ioan desiderato.