Provincia, ultimo dono Pannelli fotovoltaici in cinque istituti scolastici

di Francesco Fain Lo chiamavano il "progettone". Come si ricorderà, qualche anno fa, la Provincia mise in cantiere l'installazione di pannelli fotovoltaici su tutti gli edifici di sua competenza, scuole comprese. Era un'iniziativa ambiziosa e senza eguali in Friuli Venezia Giulia. Poi, ci furono due imprevisti, uno dei quali risultò essere invalicabile. «Intanto, la Soprintendenza ai beni artistici e architettonici cassò il progetto perché i pannelli deturpavano le strutture. Poi - racconta l'assessore provinciale ai Lavori pubblici, Donatella Gironcoli - intervenne la questione del Patto di stabilità che ci costrinse a bloccare "sine die" questo intervento». Il progetto esecutivo Ma oggi c'è uno sviluppo. Importante. «Siamo riusciti ad approvare il progetto esecutivo che prevede l'installazione dei pannelli fotovoltaici all'Isis Galilei-Fermi-Pacassi di Gorizia (si tratta di tre scuole unite in un medesimo polo), all'Einaudi di Staranzano e all'Alberghiero di Grado. L'intervento è previsto in due lotti. Previsione di spesa? 250mila euro. Certo, non è il "progettone" iniziale ma qualcosa, su questo versante, faremo prima della chiusura del nostro ente». L'altra novità consiste nel fatto che la Provincia di Gorizia intende espletare un'indagine di mercato finalizzata all'appalto per la realizzazione di lavori di installazione di impianti fotovoltaici su Istituti del patrimonio immobiliare della Provincia di Gorizia, al fine di individuare, nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità e trasparenza, «gli operatori economici da invitare alla procedura negoziata, ai sensi dell'articolo 36, comma 2 lettera c) del Dlgs 50/16», specifica Gironcoli. «La manifestazione di interesse degli operatori economici - spiega ancora l'assessore Gironcoli - ha l'unico scopo di comunicare alla Provincia la disponibilità ad essere invitati a presentare offerta. Con l'avviso appena emanato non è, pertanto, indetta alcuna procedura di gara. La Provincia procederà ad estrazione a sorte di quindici operatori economici da invitare alla procedura comparativa, nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento e trasparenza. La Provincia si riserva la facoltà di sospendere, modificare, revocare e/o annullare, a proprio insindacabile giudizio, la procedura relativa alla presente indagine di mercato, in qualunque momento e quale che sia lo stato di avanzamento della stessa» Manifestazioni di interesse Il tempo, peraltro, stringe perché le adesioni andranno presentate entro e non oltre le 12 di martedì 16 agosto: trattandosi di un periodo consacrato normalmente alle vacanze, la Provincia ha intrapreso una battage pubblicitario in modo che l'informazione arrivi a tutti i professionisti potenzialmente interessati. Altro dato importante: il sorteggio pubblico si terrà alle 10 di venerdì 19 agosto nella sala Giunta della Provincia di Gorizia, Corso Italia 55. «Se tutte le cose andranno per il verso giusto, a fine settembre potranno iniziare i lavori. Perché sono state prescelte queste scuole? In primis, sono istituti scolastici importanti e che ospitano parecchi studenti. Conclude Gironcoli: «L'intervento va nella direzione dell'efficientamento energetico e della green economy: temi su cui la nostra giunta è sempre stata molto sensibile sin dal suo insediamento». ©RIPRODUZIONE RISERVATA