Inseguito e preso dai negozianti dopo il furto

CERVIGNANO Tentata rapina al punto vendita Tim di via della Ferrovia Vecchia, all'interno del centro commerciale di Cervignano. Uno dei rapinatori è stato prima bloccato dal titolare del negozio, rimasto ferito nella colluttazione, e poi arrestato per tentata rapina dai carabinieri. Si tratta di un cittadino romeno di 27 anni, Denis Ionita. È successo ieri pomeriggio, attorno alle 14. Il punto vendita, in quel momento, era chiuso al pubblico. La serranda era stata abbassata e parte delle luci interne erano state spente. Il titolare, Luciano Cazzola, si trovava nell'ufficio sul retro. Ad un certo punto ha sentito dei rumori provenienti dalla zona riservata alle vendite. È andato a vedere e si è trovato davanti uno dei due rapinatori. Poco distante c'era anche il complice, intento a rubare alcuni telefonini. I due sono fuggiti passando sotto la serranda abbassata e si sono diretti di corsa verso l'uscita del centro commerciale. Il titolare, notando che mancavano alcuni smartphone, ha iniziato a rincorrere i ladri, urlando per richiamare l'attenzione dei passanti. Nei pressi dell'uscita, Cazzola è riuscito a bloccare uno dei due stranieri. C'è stata una colluttazione. Sentendo le urla, sono accorsi a dare man forte al negoziante anche il gestore di un negozio del centro commerciale e un colonnello dell'esercito. In tre hanno immobilizzato il rapinatore che, senza via di fuga, ha successivamente contattato, tramite un cellulare, il complice, cui ha chiesto di riportare indietro la merce rubata. Nel frattempo sono stati allertati i carabinieri della Compagnia di Palmanova, comandata dal maggiore Maurizio Maiani, che hanno subito inviato sul posto i colleghi di Cervignano. Prima dell'arrivo delle forze dell'ordine, è giunta sul posto una berlina. Il complice, seduto al posto del passeggero, è sceso dall'auto e ha gettato a terra gli smartphone precedentemente rubati dopo aver mostrato il dito medio al negoziante. Al volante della macchina c'era una terza persona. Denis Ionita è stato portato in caserma dai militari dell'Arma. Arrestato, si trova nel carcere di Udine. A seguito della colluttazione, il titolare del negozio Tim ha riportato alcune lievi ferite, medicate al pronto soccorso dell'ospedale di Palmanova. Elisa Michellut