San Canzian, occasione d’anticipo contro il desolante Sagrado

MONFALCONE Non sarà certo una battuta d'arresto, estemporanea, ad abbattere le certezze lentamente acquisite dal San Canzian Begliano. E non potrà esserlo nemmeno, con tutto il rispetto, un Sagrado che arriva questo pomeriggio al "Furlan" con numeri desolanti. Nell'anticipo odierno (inizio alle 15) i giallorossoneri hanno la ferma intenzione di riprendere la marcia di avvicinamento alla zona play-off interrottasi nei frangenti finali del match di Chiarbola. Un derby bisiaco dalle forze impari che i giallorossoneri vogliono aggiudicarsi per mettere pressione a quelle che li precedono: «L'importante ritrovare il feeling con i tre punti per continuare la corsa ad un obiettivo che ritengo assolutamente alla portata - mister Grillo ci ha sempre creduto - vista la qualità che ho a disposizione. C'è solo da migliorare gara dopo gara nella mentalità che deve e dovrà sempre essere quella di una squadra che può vincere con tutti». Recuperati dai rispettivi acciacchi i vari Russo, Maccarone e Martignoni ma la logica impone al tecnico di non cambiare gli interpreti - specie in attacco - che in questo periodo hanno tirato la carretta contribuendo a scalare la graduatoria: Gonni e Aristone guideranno quindi le operazioni offensive, magari ci potrà essere spazio per qualcuno degli ex-infortunati per mettere minuti nelle gambe. Domani la Romana potrebbe ambire a qualcosa di veramente accattivante: battere il Muglia - per quello che sarebbe il quarto successo di fila - tra le mura amiche del "Cosulich" significherebbe agguantare i giuliani a quota venti e instaurarsi in piena bagarre spareggi-promozione. Squalificato Biasiol e indisponibile Stojanovic, il tecnico Maranzana potrebbe recuperare Trevisan e Pacor (per la panchina), ancora ai box Delise, Campobasso e Lucheo