Palmanova più pulita grazie a 47 profughi

di Alfredo Moretti wPALMANOVA Protocollo d'intesa rispettato. Gli extracomunitari ospitati nel territorio del Palmarino da ieri sono al lavoro. Il progetto relativo alle attività di volontariato, mirato ad attivare un percorso d'accoglienza e integrazione dei migranti, vede impegnati i comuni di Palmanova, Torviscosa e Bagnaria Arsa, la Croce rossa e 7 associazioni. Come riferito dal sindaco di Palmanova Francesco Martines, si tratta di iniziative progettuali mirate a contrastare le criticità che possono emergere dall'accoglienza di extracomunitari. «È la prima volta che un'iniziativa del genere viene messa in campo grazie alla collaborazione e cooperazione di diversi Comuni - così Martines . Ritengo che questa possa essere una buona pratica a livello nazionale per l'integrazione sul territorio e l'inclusione sociale. Il mio auspicio è che nel futuro si possa estendere questo tipo di intesa anche ad altri Comuni». In 47 giovani che hanno richiesto asilo politico hanno sottoscritto un patto di volontariato che li vede impegnati a partecipare ad attività come la pulizia di aree pubbliche, strade, piazze e giardini pubblici, lo sviluppo degli orti urbani, la pulizia degli storici bastioni, la manutenzione di aree pubbliche e la sistemazione di magazzini. Questi lavori richiamano l'obiettivo per i migranti di continuare il percorso d'integrazione nel territorio, di aderire in maniera libera e volontaria e di impegnarsi a rendere prestazioni volontarie e gratuite. I giovani, dotati di materiale antinfortunistico e con regolare assicurazione, sono stati suddivisi in dieci gruppi di lavoro e hanno iniziato a lavorare in altrettanti cantieri per 4 ore al giorno (dal lunedì al giovedì dalle 8.30 alle 12.30). L'associazione Amici dei Bastioni affiancherà questi migranti che saranno anche seguiti e formati costantemente dagli operai comunali. Prima dell'avvio delle attività, i richiedenti asilo hanno completato con successo il primo livello del corso di Italiano e hanno frequentato un corso di sicurezza sul lavoro di 8 ore. Ogni giorno saranno supportati da un tutor della Cri che monitorerà i cantieri e si occuperà del coordinamento e dei trasporti fuori dalle cinta murarie di Palmanova. «Siamo rimasti stupiti - dice l'assessore Renato Dotteschini - dell'entusiasmo che i volontari mettono in queste attività». RIPRODUZIONE RISERVATA