Dopo la buriana Fiumicello si lecca le ferite

FIUMICELLO Si contano i danni, a Fiumicello, dopo l'ondata di maltempo che, nella notte tra giovedì e venerdì, ha colpito diversi comuni della Bassa. Anche ieri, Protezione civile al lavoro per far tornare la situazione alla normalità. L'amministrazione comunale annuncia che, la prossima settimana, sarà necessario prevedere un intervento straordinario di pulizia all'interno del cimitero. Il vicesindaco, Claudio Pizzin, intanto, sottolinea l'importanza della prevenzione al fine di evitare situazioni di emergenza. «Abbiamo dovuto affrontare – spiega Pizzin – le conseguenze di un evento sicuramente eccezionale. Desidero ringraziare la Protezione civile per aver operato in condizioni difficili. Un grazie anche al personale del Comune che, richiamato in servizio, ha risposto prontamente», A Fiumicello, lungo la provinciale 68 di Fossalon, in particolare all'altezza della frazione di Borgo Sant'Antonio, numerosi alberi erano stati sradicati dalla furia del vento. La strada era rimasta chiusa a lungo per consentire a vigili del fuoco e Protezione civile di mettere in sicurezza l'area. «Gli alberi cresciuti lungo il tratto della strada provinciale 68, che costeggia il canale Mondina - precisa Pizzin - sono di proprietà del Demanio. Il Comune o il Consorzio, per effettuare la necessaria manutenzione, devono essere autorizzati. In mancanza di autorizzazione non possiamo fare nulla. Il prossimo passo sarà cercare di ottenere dal Demanio la documentazione per poter operare». (e.m.)