«Turismo, la sfida per il 2015 è continuare a crescere»

«La crescita di queste settimane non è episodica, già Pasqua e l'estate sono due occasioni per riproporre la varietà di iniziative culturali e di intrattenimento grazie alla vivacità del tessuto triestino e con il sostegno e la regia del Comune». Lo scrivono i consiglieri comunali del Pd Giovanni Barbo, Alessandro Carmi, Mario Ravalico e Manuel Zerjul, commentando l'aumento di visitatori registrato nel 2014 ai Civici musei e il +20% di stanze occupate negli hotel fra dicembre e l'Epifania. «Trieste c'è. C'è nei giochi di luce sul Municipio che a Natale erano sulla homepage dell'Ansa nazionale. C'è sulla copertina della guida che Lonely Planet dedica alla regione. C'è nelle sale cinematografiche come location nel film di Salvatores. I dati sulle strutture ricettive sono molto incoraggianti e positivi. Ha pagato il lavoro svolto da tutti gli enti in una positiva collaborazione, ha pagato la capacità del Comune a tessere proficui rapporti con chi proponeva e organizzava le occasioni che hanno richiamato i turisti durante tutto il 2014», secondo i quattro esponenti Pd. «Lo schema - aggiungono - va riproposto per il 2015, anno degli approdi di Costa Mediterranea: programmazione e sinergie fra eventi di grande spessore - a partire dal Trieste Film Festival - e operatori turistici». I quattro consiglieri annotano infine l'aumento di visitatori «dei nostri musei, sia quelli di Storia e arte sia i musei scientifici. Continuare a lavorare a ritmo serrato. L'anno nuovo porta nuove sfide».