Imprenditrici premiate dall'ente camerale

«È stato molto curioso e decisamente interessante confrontarsi, raccontare la propria storia, ed accorgersi che, seppur siamo donne molto diverse, con lavori assolutamente diversi, c'è un filo rosso che ci unisce: tutte, o quasi, abbiamo fatto esperienze all'estero e abbiamo deciso di ritornare nella propria città natale per avviare un'attività in cui crediamo fermamente». A parlare è Daniela Zanette, goriziana, titolare di Sellingmylife, negozio di abbigliamento di seconda mano e quarta classificata ex equo con Manuela Rossi dell'Hostaria al Refolo del premio "Magicamente imprenditrice 2014". «Molto coinvolgente e per nulla scontato anche il modo in cui si è svolta la presentazione, il format scelto, che ricalcava i talk show, dove ognuna di noi ha potuto narrare il proprio vissuto: è così emerso il lato umano ed imprenditoriale e il perché delle nostre scelte. Per quanto mi riguarda, "Sellingmylife" ha un valore etico, l'acquisto consapevole, e nello stesso tempo mi permette di raccontare il passato glorioso del made in Italy più autentico, quello prima della delocalizzazione, attraverso capi degli anni '70 e '80». Il premio, giunto alla 5. edizione e promosso dalla Cciaa di Gorizia e dal Comitato per la promozione dell'imprenditoria femminile, in collaborazione con la Provincia è nato per valorizzare ed incentivare l'imprenditorialità femminile del territorio, come sottolineato nel corso della presentazione, che si è svolta nei giorni scorsi a Palazzo De Bassa. Un modo intelligente per dar voce e credito, ma soprattutto far emergere l'originalità, la creatività e l'innovazione delle imprese femminili della provincia che, nonostante la crisi, continuano imperterrite a seguire la propria strada. Il primo premio è andato a Rossella Marchiori di "Filrouge", attività al dettaglio di filati per maglieria e merceria, seguita dall'impresa "UBIZ3D", azienda produttrice di software e consulenza nel settore delle tecnologie informatiche, la "Borabloc" di Paola Lechi, commercio e posa in opera di infissi si è aggiuditato il terzo premio, mentre Sabina Musina di "Garden Anna" e Barbara Groiss del centro estetico "Altaestetica", si sono aggiudicate il premio "Campione in opportunità" dedicato alle strategie adottate in tema di pari opportunità e conciliazione dei tempi di vita e lavoro. Alla serata, condotta mirabilmente dalla giornalista Cristina Bonadei, sono intervenuti il presidente della Cciaa di Gorizia Madriz, Cinzia Lorenzon presidente del comitato per l'imprenditoria femminile della Cciaa di Gorizia , l'assessore provinciale Ilaria Cecot e Marzia Pauluzzi. Cristina Feresin