Primo premio a Giovanni Ciulla

Si è svolta alla galleria ArtOpenSpace di via Diaz, la premiazione del 1. Concorso del Triveneto di pittura e fotografia "Gorizia 2014 " dedicato agli appartenenti alla Guardia di finanza in servizio e in congedo. Nato su idea del consigliere Anfi Gabriele Amboldi, il concorso si inserisce in un programma più vasto che comprende diverse manifestazioni, a carattere culturale, ideate dall'Anfi in occasione dell'anniversario del centenario della prima guerra mondale. Diverse le autorità che hanno preso parte all'inaugurazione, accanto al presidente della sezione Anfi di Gorizia Mario Signoretti e al comandante del nucleo polizia tributaria di Gorizia Tomada, sono intervenuti il sindaco Ettore Romoli e il consigliere regionale Rodolfo Ziberna, che hanno sottolineato il valore culturale dell'iniziativa e alto livello delle opere esposte. Per la sezione pittura, la giuria, composta dal maestro Sergio Altieri e dalle critiche d'arte Emanuela Uccello e Cristina Feresin, dopo essersi compiaciuta per l'impegno e l'ottimo risultato raggiunto da tutti i partecipanti (Francesco Chirico, Enrico Marras, Simonetta Congedi, Imelda Visentin, Massimo Pucci, Renzo Cavazzini , Maurizio Pacella), ha assegnato a Egidio Calabrese il terzo premio per le opere "Quattro stagioni" e "Carso – Gorizia", "un racconto minuzioso reso attraverso una pittura delicata e soave", il secondo premio a Onofrio Pajno "per l'espressionismo coraggioso" dei dipinti "Lui è" e "L'abbraccio", mentre il primo premio è andato a Giovanni Ciulla per "Un tango a mezzanotte", "un racconto spiritoso di una Sicilia immaginaria trapiantata nel Collio" e "Maternità". La sezione fotografia invece, presieduta dal presidente del "Fotoclub Lucinico" Enzo Galbato, da Giovanni Viola, e da Ilaria Tassini ha attribuito il terzo premio a Luigi Rizzi, "per aver saputo "cogliere l'attimo" grazie ad un'attenta osservazione dei particolari che lo circondavano e della luce circostante", il secondo a Claudio de Paoli "per il senso di serenità che trasmettono le immagini grazie alle sfumature di colore e ad un abile capacità di "sfruttare" al meglio la luce che illuminava la scena" infine il primo premio a Fabio Milocco "per l'originalità e l'essenzialità della composizione utilizzando sapientemente toni di colore, linee e forme che compongono l'immagine". La mostra è visitabile fino al 25 ottobre, ogni giorno dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19.