"Jazz&Wine;" omaggia il sax già oltre 1500 le prenotazioni

di Matteo Femia wGORIZIA Tanto sassofono, in omaggio al 200° anniversario della nascita dell'inventore di questo strumento, Adolphe Sax, e tanti record per la 17° edizione del Festival "Jazz&Wine; of Peace" in programma tra il 18 ed il 26 ottobre prossimi a Cormons e dintorni. Sembra infatti essere l'annata dei primati assoluti quella in procinto di partire per la manifestazione dell'associazione Controtempo: le prevendite ufficiali sul sito internet vivaticket inizieranno solo venerdì, ma da quelle individuali tramite bonifico bancario diretto, siamo già a quota 1500 pernottamenti, per un totale di presenze stimate nel weekend clou in 5mila unità. Appassionati provenienti davvero da ogni dove, tanti stranieri (austriaci soprattutto) ma anche diverse presenze dal centro Italia (Roma e Firenze). Molti saranno attirati negli splendidi scenari del Collio tra Cormons e Capriva (con puntate anche a Gorizia, Nova Gorica, Farra e Rosazzo) dall'accento sassofonistico dato quest'anno all'evento, con ben otto grandi dello strumento. Si partirà però con un trombone e un piano, sabato 18 ottobre a Villa Manin, quando alle 21 il duo composto da Gianluca Petrella e da Giovanni Guidi regalerà le prime note dell'edizione 2014 di Jazz&Wine.; L'antipasto sarà dunque in provincia di Udine, ma il resto delle portate quasi tutte nell'Isontino: il clou infatti prenderà il via giovedì 23 ottobre alle 21 al Kulturni Dom di Gorizia con il quartetto del pianista sloveno Uros Peric, seguito venerdì 24 ottobre da una giornata jazzistica tutta tra Cormons e Capriva, con tanto sax dentro: alle 11 il tenorista ungherese Istvan Grencso e il suo quartetto Open Collective all'azienda agricola Borgo San Daniele di Cormons, per poi virare nel pomeriggio a Capriva tra Castello di Spessa (ore 16 per il Carlo Maver quartet) e Villa Russiz (con l'altro sax tenore di giornata, quello di Tino Tracanna alle 18). Gran chiusura con una leggenda chitarristica come quella dell'americano Bill Frisell, alle 21.30 al Comunale di Cormons con il suo quartetto per lo spettacolare "Guitar in the space age". Nella mattinata di sabato alle 11 si espatria al Kulturni Dom di Nova Gorica con le sonorità a metà tra Austria e Argentina del sassofonista Karlheinz Miklin e il suo Quinteto argentino, per tornare poi in Italia nel pomeriggio all'Abbazia di Rosazzo con il concerto alle 16 del duo italo-americano del cantante Boris Savoldelli e del chitarrista Garrison Fewell, seguito alle 18.30 da un altro poderoso sax tenore come quello del tedesco Christof Lauer, di scena alla chiesetta di Sant'Apollonia a Cormons assieme all'eclettismo tutto francese del duo Michel Godard (tuba) e Patrice Heral (percussioni). A concludere la giornata la classe coreana della voce di Youn Sun Nah al Comunale di Cormons alle 21.30. Ultima giornata ancora all'insegna del sax tenore, con quello statunitense di un giovanissimo come la trentenne promessa James Brandon Lewis di scena col suo trio alla Tenuta Villanova di Farra alle 11. Alle 16, alla Cantina Renato Keber, si esibirà la chitarrista americana Mary Halvorson con il suo quintetto, ed a chiudere l'edizione 2014 sarà il bassista israeliano Avishai Cohen con il suo trio alle 20.30 al Teatro Comunale. Non mancheranno inoltre nelle tre nottate tra venerdì e domenica gli ormai tradizionali "Round Midnight", i concertini nei locali di Cormons. ©RIPRODUZIONE RISERVATA