Bergoglio in visita nella terra dei fuochi «Abbiamo bisogno di un incoraggiamento»

«Questa visita improvvisa, che io definisco ufficiale, ma familiare, certamente scuoterà le coscienze». Il vescovo di Caserta, monsignor Giovanni D'Alise, ripone forti aspettative nella visita pastorale che papa Francesco farà oggi pomeriggio nella città campana, la sua sesta in Italia, ancora una volta in una realtà del Sud. «Noi siamo in attesa di una parola del Santo Padre, perchè qui a Caserta viviamo, come tutti ripetono continuamente, una situazione difficile. Quindi, la visita del Papa sarà per noi di consolazione e incoraggiamento» ha aggiunto D'Alise ricordando che uno dei più gravi problemi del territorio è quello dei rifiuti tossici interrati dalla camorra e delle morti nella «terra dei fuochi». Il Papa arriverà a Caserta in elicottero alle 15.45. Alle 16 incontrerà il clero nella Reggia e alle 18 celebrerà la messa nella piazza antistante alla presenza, si prevede, di 200 mila persone. Alle 19.30 ripartirà per Roma.