In "marcia" tra i chioschi È festa patronale a Roiano

di Francesco Cardella Musica, sport, culto religioso e quel tocco di respiro popolare tipico della zona. Roiano si appresta a vivere il suo apice aggregativo con le celebrazioni dei santi patroni Ermacora e Fortunato, festa che culmina nella giornata del 12 luglio ma che trova ampio preambolo e cornice in due tornate: dal 4 al 6 e dal 10 al 14 dello stesso mese. La sagra allestita all'interno dell'oratorio di via dei Moreri 22 permane la "casa madre" delle iniziative di luglio. È qui che la festa ha luogo cercando di avvolgere e coinvolgere l'intero rione, peraltro particolarmente sensibile ai richiami del calendario sacro e delle proposte a cielo aperto .«In effetti Roiano ha mantenuto una certa positiva dimensione da "paese" - assicura don Christian Medos, parroco e responsabile del Centro giovanile di Roiano - in occasioni del genere la gente è sempre molto partecipe, probabilmente molto di più che in altre parti a Trieste. Credo sia proprio una bellezza tipica del quartiere». Cosa propone quindi la sagra roianese? I chioschi non si toccano ma accanto a loro trova ancora vetrina il banchetto dell'usato. Una delle caratteristiche della festa è tuttavia l'impronta benefica voluta dagli organizzatori, decisi quest'anno a "concretizzare" l'afflusso nel segno della solidarietà. L'appuntamento prevede infatti una raccolta fondi da destinare a una sede diocesana impegnata in Messico in campo educativo. E poi l'accento sportivo. Quest'anno scatta la 16esima edizione della "Corsa di Roiano", manifestazione non competitiva programmata domenica 13 luglio (dalle 18), classica estiva disegnata nell'altrettanto classico percorso che da via dei Moreri approda sino a Gretta e ritorno. Alla portata di tutti. Cartellone che non sarebbe tale senza la musica. A Roiano la pensano così e hanno voluto includere un finale all'altezza, quello della serata di lunedì 14 luglio, disegnato dai brani dei Sardoni Barcolani Vivi, il gruppo dialettale culto triestino. La festa dei santi patroni Ermacora e Fortunato è inoltre, se non essenzialmente, un momento votato alla riflessione religiosa, aspetto che la parrocchia di Roiano celebra con i vespri solenni di preparazione (9,10 e 11 luglio, 18.30) e soprattutto con la messa del 12 luglio delle 19.30, seguita dalla processione tra le vie rionali, con tanto di colonna sonora offerta dalla Filarmonica di Santa Barbara .«Anche in questo caso la partecipazione è unica - ha garantito il parroco don Christian - senza contare il forte valore del volontariato della zona, con ben 35 persone impegnate nei vari settori educativi». ©RIPRODUZIONE RISERVATA