Referendum del Cav per l'elezione diretta del capo dello Stato

«Mercoledì presenteremo un referendum per chiedere agli italiani il diritto di eleggere direttamente il Presidente della Repubblica». Lo ha annunciato ieri Silvio Berlusconi, in collegamento telefonico con la convention di Forza Italia a Napoli. Un annuncio arrivato al termine di una giornata passata dal Cavaliere a studiare la linea da tenere con il premier. La sua intenzione, secondo i bene informati, è quella di alzare la voce con Renzi. Consapevole del caos interno al Pd, il Cav ha infatti tutta l'intenzione di far pesare i voti di Forza Italia nell'iter delle riforme e soprattutto nella trattativa con il Pd: «Siamo strategici - è stato il ragionamento fatto con i suoi uomini - se non c'è un accordo vero non si va da nessuna parte». L'ex premier non ha intenzione di essere accusato di sabotare le riforme (i suoi lo hanno messo in guardia dal non alzare troppo i toni) ma punta a riprendersi la scena politica. L'intenzione insomma è quella di spostare l'attenzione sulle difficoltà dell'esecutivo piuttosto che sull'ormai eterne discussioni sul rinnovamento del suo partito.