Auto in piazza Vittoria, raffica di rimborsi danni

Sarà riaperto al traffico oggi il tratto di corso Verdi davanti ai Giardini pubblici sottoposto a lavori di riqualificazione. Mentre l'intervento prosegue all'incrocio con le vie Boccaccio e Oberdan e sul tratto a lato della sede centrale delle Poste, l'asse stradale appena ultimato riaprirà con il doppio senso di circolazione e con la novità del senso unico in via Petrarca, cui si potrà accedere solamente da via Cadorna mentre da corso Verdi si potrà uscire attraverso via Dante. Ciò permetterà di avere a disposizione un più elevato numero di parcheggi che aumenteranno grazie alla possibilità di sostare anche lungo corso Verdi sul lato negozi. Un provvedimento provvisorio in attesa del completamento dei lavori e delle scelte definitive sulla viabilità concertate con l'Ascom. Si moltiplicano le vittime del selciato di piazza Vittoria, e iniziano a piovere ricorsi e risarcimenti. Il Comune ha le mani legate, dovendo attendere la fine di un complicato percorso giudiziario prima di poter intervenire in prima persona e risolvere lo scempio lasciato dalla ditta che ha eseguito i lavori. L'amministrazione ha fatto quel che ha potuto, fino ad ora, restringendo in parte la carreggiata e soprattutto imponendo limiti bassissimi ai veicoli che transitano in quel tratto, proprio per diminuire i possibili danni procurati dalle sconnessioni. Il tutto vietando poi il passaggio alle biciclette, per evitare cadute e possibili infortuni. Solo che ora i cittadini si stanno adeguando alla situazione, e così aumentano le richieste di risarcimento a fronte di danni procurati proprio dalle condizioni della pavimentazione. Ieri sulla pagina Facebook del popolare gruppo "Sei di Gorizia se..." è comparsa la storia della goriziana Sabrina, che ha raccontato di aver forato uno pneumatico della sua automobile proprio percorrendo il breve ma accidentato percorso di guerra davanti alla chiesa di Sant'Ignazio, e di essere riuscita a tutelare i suoi diritti. Dall'Ufficio economato del Comune fanno sapere che di richieste di rimborso simili ne arrivano in un buon numero, e l'assessore comunale alla Mobilità Urbana Stefano Ceretta conferma di sapere che «per vari motivi i cittadini chiedono rimborso, sia per danni ai mezzi sia per qualche caduta accidentale, e proprio per questo abbiamo predisposto i divieti e i rallentamenti al traffico. Raccomandiamo comunque sempre a tutti di segnalare ai vigili eventuali sinistri». La questione, però, potrebbe risolversi in tempi relativamente brevi, o almeno così spera il Comune. Non appena il giudice darà il via libera, il Comune potrà intervenire, e sta già preparandosi a farlo. «L'iter giudiziario dovrebbe essere prossimo alla conclusione – dice il sindaco Ettore Romoli -. Noi stiamo già predisponendo un progetto per la sistemazione definitiva, e questa volta con materiali durevoli, almeno del primo tratto di fronte alla chiesa. Si era anche pensato ad un intervento provvisorio con l'asfalto, ma non avrebbe senso. Dobbiamo ripristinare la pavimentazione come si deve. Credo e spero che il via libera dal giudice possa arrivare in poco tempo, in modo che per la fine dell'anno la questione di piazza Vittoria si possa risolvere». Marco Bisiach