Utenti del Cisi navigatori nel golfo di Trieste

Molti utenti del Consorzio isontino servizi integrati (Cisi) si sono imbarcati su tre motobarche per una navigazione Monfalcone-Sistiana e rientro grazie all'impegno della Fondazione Carigo, della scuola Sandro Pertini di Monfalcone, della Lega Navale Italiana di Monfalcone e dello Yacht Club Cupa di Sistiana. Partenza dal Marina Nautec che si è messo a disposizione per favorire le operazioni d'imbarco; gli allievi del Pertini - corso di logistica dei trasporti - hanno mollato gli ormeggi ed è così iniziata l'avventura per Sandro, Michele, Jonathan e i loro amici che, accompagnati dagli operatori del Cisi, sono diventati protagonisti di una navigazione attraverso le acque del Timavo, e poi via Villaggio del Pescatore per costeggiare Duino con la Dama Bianca e le rovine del castello medievale, lo scoglio di Dante, passare sotto al Castello Thurn und Taxis, gustarsi le falesie del Rilke, buttare l'occhio sul nascente Porto Piccolo e poi approdare al molo di Sistiana. Un'ora e mezzo di piacevolissima navigazione sulle motobarche Grado e Colombo della scuola Pertini e sulla splendida Giani B che la Lega navale di Monfalcone ha messo a disposizione tramite il signor Rossi che è proprietario, armatore e comandante di questo scafo che con il suo aspetto retrò, naviga su una raffinata tecnologia ultramoderna che ne fa un vero "masterpiece" dell'Alto Adriatico. Una trentina i partecipanti a questo importante appuntamento messo a punto di Marinai d'Italia di Monfalcone nell'ambito del loro progetto Tutti al mare con il quale si prefiggono l'obiettivo di permettere a persone gravate da una disabilità di poter vivere l'esperienza mare proprio come chi non ha problemi di disabilità. Preziosissima la collaborazione dell'associazione sportiva Cupa di Sistiana Mare che ha messo a disposizione la sua sede per consentire ai naviganti di allestire una veloce e frugale colazione che ha cementato i rapporti tra i partecipanti. Da parte degli organizzatori un grazie particolare alla Direzione marittima del Fvg che ha mandato Bravo 44 – il velocissimo gommone in dotazione alla Capitaneria di Porto di Monfalcone – in assistenza alla flotta. Presenza gradita dagli ospiti del Cisi che, complice la "mediterranea" disponibilità dell'equipaggio di Guardia Costiera, hanno vissuto appieno della loro presenza. Tutti al mare non si ferma qui, ne questa è stata la prima volta. Chiunque abbia desiderio di partecipare – e di modi ce ne sono veramente tanti - può mettersi in contatto con l'Anmi – Associazione Nazionale Marinai d'Italia di Monfalcone che ha sede in via San Francesco 44 e chiedere di Maurizio Bon (346 0292753).