Fincantieri, contro il Villafranca nessuna alternativa alla vittoria

MONFALCONE Tutta la pressione, adesso, è sulle spalle della Fincantieri Leyline, forse per la prima volta in questa stagione praticamente perfetta se si esclude l'ultimo passo falso sul campo di Rovigo. Domani alle 16, sul prato di via Atleti Azzurri, la squadra di mister Antonino Gammeri dovrà infatti assolutamente battere un Villafranca che non ha più nulla da chiedere al campionato, per mantenere quel punticino di vantaggio sui sardi della Juvenilia Uras che, a 2 giornate dal termine del campionato è di fondamentale importanza. Nella migliore delle ipotesi, la Fincantieri potrebbe festeggiare già oggi la promozione in A1 in caso di vittoria contro i veronesi e di contemporaneo pareggio, o naturalmente, sconfitta della Juvenilia a Bologna (la Fincantieri è infatti in vantaggio sui sardi negli scontri diretti) ma, se non altro per scaramanzia, in casa biancoceleste non ci si pensa. La partita di oggi è considerata gara complicata perché Villafranca è una squadra storicamente di ottimo livello e vuole chiudere la sua stagione con un risultato di prestigio in casa della capolista, inoltre è nel miglior momento del suo campionato, reduce da due vittorie consecutive che ne hanno blindato la salvezza. In caso di vittoria della Juvenilia a Bologna, verdetto rinviato all'ultima giornata, con la Leyline impegnata in Piemonte contro la Moncalvese e l'Uras che se la vedrà con il fanalino di coda Pisa. (m.n.)