Mercati alla prova del board Bce

Oggi si ricomincia dopo il gran finale di venerdì scorso e gli operatori si interrogano sulle reazioni delle Borse alla luce dei numerosi appuntamenti politico-finanziari in programma. Si va dal secondo turno delle amministrative francesi, importante test elettorale in vista delle prossime europee per capire il peso effettivo del fronte anti-euro, all'Eurogruppo di martedì prossimo 1 aprile ad Atene, con la partecipazione del presidente della Bce Mario Draghi. A seguire il board della Bce di giovedì 3 aprile, con il tradizionale annuncio sui tassi, previsti invariati dagli analisti, ma con una prospettiva di rialzo «entro un anno», secondo un documento del Ministero delle Finanze tedesche citato dal quotidiano Der Spiegel, in risposta anche ai timori di una possibile deflazione nell'Eurozona. Nel frattempo i futures sull'Asia e sul Pacifico, gli unici ad essere scambiati in vista della settimana che sta per cominciare, sono in rialzo. Per le Borse si tratta di capire se è destinata a proseguire la corsa di venerdì scorso, che ha riportato Milano ai massimi da metà maggio 2011, con un progresso 13,34% da inizio anno, oppure se ci sarà una battuta d'arresto, con possibili prese di beneficio.