Il socialista Dacic si offre come alleato mentre i vecchi leoni si ritirano sconfitti

Kostunica, vittima numero uno del gruppo nazionalista anti-Ue, presidente dopo la svolta democratica del 2000, premier dal 2004 al 2008, è la vittima più nota dello sbarramento al 5% Vucic vuole il governo per maggio «Nessuna attesa, parlerò subito con il presidente Nikolic», ha annunciato il futuro premier serbo, che mira a varare il governo entro il primo maggio Il socialista Dacic spera nel rientro nell'esecutivo. Dopo il trionfo si è congratulato con il premier in pectore Vucic. Ora tenterà di convincerlo a formare una super-maggioranza assieme Dinkic si ritira dalla politica. Con lui ministro, nell'"Eldorado Serbia" sono sbarcate la Fiat e centinaia di aziende straniere, ma dopo la débâcle elettorale ha annunciato il proprio ritiro