Il ct Brunel: «Sono orgoglioso»

dall'inviato wCARDIFF (Galles) «Xé sfiga vecio, xé sta' un rimbalzo». Sergio Parisse recupera dal suo passato a Treviso una frase in veneto che non sembrasse un rimprovero e rincuorasse Angelo Esposito già nell'incubo un paio di minuti dopo gli inni. Poi nella versione per la stampa inglese s'è autotradotto con un semplice "Bad lucky". «L'episodio poteva metterlo fuori gioco e non era il caso». Ed Esposito ha risposto subito andando a caccia di North e infilando altri cinque placcaggi. Dall'infermeria arrivano due notizie allarmanti: possibile frattura dell'apice nasale per Zanni che ha costretto Bergamasco al rientro in campo; e bicipite femorale sinistro da esaminare per Ghiraldini. Il ct Jacques Brunel appare rinfrancato dalla scommessa vinta sui giovani: «Sono orgoglioso dell'atteggiamento dei ragazzi e di come ci siamo comportati in difesa». L'Italia sembra essere di nuovo quella di Twickenham e dell'Olimpico dello scorso Sei nazioni. Per i giovani sono contento di aver dato questa chance in questo contesto. Un bel inizio per Michele, Angelo, Antonio e gli altri. Ma non vorrei che vi dimenticaste dei "vecchietti" in campo, la mischia da 537 cap, molti sopra i 100 come Marco oggi e la partita di Mauro. Diciamo che abbiamo un anno e mezzo per capire se questo gruppo potrà essere pronto al Mondiale». Appunti sull'arbitro. Dice Parisse : «Credevo che l'Italia avesse guadagnato un certo rispetto. Nel finale ho visto fischiare falli che hanno reso più facile la vita al Galles. Mi fermo qui». Il commento invece di Warren Gatland sui suoi si sintetizza in uno schiocco di dita: «Non ci siamo accesi». (f.z.) ©RIPRODUZIONE RISERVATA