Lavori in vista per il molo della stazione di polizia

TRIESTE Inizieranno a breve a Pirano i lavori di ristrutturazione e consolidamento del molo alla cui base ci sono gli uffici della polizia e quelli doganali dove atraccano i natanti che fanno i documenti per l'ingresso in Slovenia. Il costo dell'opera è di circa un milione di euro ma 640 mila euro saranno finanziati dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale. Il molo, come scrivono le Primorske Novice, è lungo 105 metri e largo 6 e non mostra un eccessivo degrado guardandolo dall'esterno. I problemi, e gravi, ci sono invece nella sua parte sommersa dove sono presenti molte fessurazioni e cedimenti strutturali. Alla fine dei lavori la parte emersa del molo rimarrà uguale a come si presenta oggi. Sarà rafforzato il muro esterno della struttura. La gara d'appalto per i lavori è stata vinta dalla ditta Rossi Renzo di Marcon in provincia di Venezia che opererà assieme alla società slovena partner Grafist di Capodistria. Si è trattato della seconda gara d'appalto visto che il Comune di Pirano ha annullato la prima in quanto aveva valutato come troppo alte le offerte pervenute. Per l'opera Pirano ha messo in bilancio 1,18 milioni di euro di cui, come detto, 640mila proverranno da fondi europei. A causa della ripetizione della gara d'appalto i lavori partiranno in ritardo. In un primo momento si pensava di iniziare i lavori nell'ottobre dell'anno scorso per concluderli nell'aprile di quest'anno. L'opera inizierà la prossima settimana ela fine lavori è prevista per il mese di luglio. Il termine per ottenere i fondi europei scadrà invece a settembre. Siccome il molo è relativamente piccolo e la sua base è attaccata all'unica strada che porta a Pirano ed è vicino alla stazione degli autobus per il periodo dei lavori anche la viabilità subirà delle variazioni. (m. man.)