Ubs torna sopra la soglia del 2% nel Leone

Ubs torna sopra la soglia del 2% di Generali. La banca elvetica detiene il 2,241% della compagnia triestina, in base alle comunicazioni a Consob sulle partecipazioni rilevanti. L'operazione è in data 23 dicembre. Il 18 dicembre Ubs aveva comunicato la discesa sotto il 2%, dopo che la soglia era stata superata come indicato il 10 dicembre. Come emerge dalle comunicazioni di ieri la quota è per lo 0,352% senza diretto di voto ed è in indiretta gestione non discrezionale del risparmio. Positiva ieri Generali a Piazza Affari, con il titolo che sul Ftse Mib ha segnato +0,69%. L'azione ha tratto beneficio dal alcune indiscrezioni apparse su "Il Sole 24 Ore", secondo cui Bi-Invest di Andrea Bonomi sarebbe vicina ad acquistare la maggioranza di Thalia, "alternative asset management company" di Lugano di proprietà di Banca della Svizzera Italiana (Bsi), a sua volta controllata da Generali. Le trattative sarebbero in fase molto avanzata e riguarderebbero l'acquisto di una maggioranza qualificata, con una valutazione di Thalia intorno a 100 milioni di euro.