La Roma anti-Cagliari recupera Gervinho

ROMA Nel giorno del sorpasso in testa alla classifica subito dalla Juventus, scoppia in casa Roma la guerra fredda tra il presidente James Pallotta e Unicredit. I due soci sono giunti ai ferri corti dopo il disvelamento dell'interesse del colosso cinese 'Hna Group' all'acquisizione di una quota del capitale del club giallorosso. A Boston non solo non sta piacendo affatto il modo in cui l'istituto di credito sta portando avanti la trattativa col gruppo industriale del patron Chen Feng ma, soprattutto, è ritenuto inaccettabile il fatto che vengano diffuse «false notizie» che coinvolgono direttamente la proprietà americana. E così, alla vigilia della delicata gara della squadra di Garcia contro il Cagliari, Pallotta ha deciso di mettere le cose in chiaro con un comunicato dai toni tutt'altro che distensivi. «Contrariamente a quanto riportato ultimamente, non ci sono stati negoziati tra noi e potenziali investitori cinesi» le parole del businessman statunitense per sgombrare il campo da ogni fraintendimento. A riportare il sorriso sul volto di Pallotta dovrà pensarci la squadra di Garcia che stasera dovrà battere il Cagliari per effettuare il controsorpasso in vetta ai danni della Juventus. Il tecnico francese, anche lui accigliato per le condizioni del terreno di gioco dopo il test-match di rugby tra Italia e Argentina, dovrà ancora fare a meno di Totti (indisponibile assieme a Balzaretti e Torosidis) ma potrà tornare a schierare in campo Gervinho. L'attaccante ivoriano sarà utilizzato nel tridente offensivo con Florenzi e Ljajic.