Zagabria vende sette alberghi di Stato

di Andrea Marsanich wSPALATO Sta diventando sempre più esiguo il numero delle aziende alberghiere di proprietà della Repubblica di Croazia. In autunno si assottiglieranno ulteriormente le file perché lo Stato procederà alla vendita di sei imprese, tutte dislocate in Dalmazia e da anni in uno stato di abbandono e rovina. Il primo complesso ad essere privatizzato sarà quello di Kupari, ex gioiello posizionato nel comune di Zupa Dubrovacka (Ragusa) e gravemente devastato durante il conflitto che dal 1991 al 1995 oppose la Croazia ai ribelli serbi. Dal ministero del Turismo è giunta l'informazione che il concorso internazionale per la vendita dell' insediamento sarà bandito con tutta probabilità il mese prossimo, mentre la scelta dovrebbe avvenire entro la fine di quest'anno. L' interesse nei riguardi di Kupari non manca e finora a farsi ufficialmente vivi sono stati il turco Rixos, che ha già alcune strutture turistiche a Ragusa, un anonimo investitore dell' Azerbaigian e la Karisma Hotels Adriatic. Quest' ultima appartiene al gruppo Agrokor del tycoon croato Ivica Todoric, al touroperator Tui e all' azienda messicana per il management alberghiero Karisma Resort International. Ad essere prossimo alla privatizzazione è anche l'ex complesso turistico dell'Armata popolare jugoslava, il Duilovo, situato poco a sud – est di Spalato. Da 20 anni a questa parte, il Duilovo appartiene al ministero croato della Difesa e può vantare quale impianto più rappresentativo l'albergo Zagreb, con 250 posti letto. I responsabili del ministero del Turismo hanno inoltre confermato il prosieguo delle trattative con potenziali investitori interessati all'acquisto delle imprese alberghiere Orebic, Korcula, Medena e Zivogosce, ubicate rispettivamente a Sabbioncello, Curzola, Traù e Svogoschia. Nota importante: sono in tutto 14 le aziende alberghiere in cui lo Stato croato detiene la maggioranza del pacchetto azionario, per un valore complessivo di 1 miliardo e 200 milioni di kune, circa 159 milioni di euro. Tra esse vi è l'Imperial di Arbe che assieme agli Alberghi Makarska è l'unico caso di ottimo funzionamento delle imprese di proprietà statale. L'Imperial appartiene allo Stato nella misura del 52 per cento e il piano di privatizzazione prevede l' applicazione del metodo Esop. Si tratta di azionariato dei lavoratori. Tornando a Karisma Hotels Adriatic, questa ha privatizzato alla fine della scorsa primavera gli Alberghi Kolocep, azienda che si trova nell' arcipelago raguseo delle Elafiti. Costo dell' operazione, sui 4 milioni e 820 mila euro, ai quali andranno aggiunti 9 milioni per la ristrutturazione e abbellimento degli impianti. ©RIPRODUZIONE RISERVATA